Mangiare sano

Largo al burro vegetale per salvare cuore e circolazione

Si ottengono principalmente dalla frutta secca e dai semi oleosi: sono ottimi, molto più salutari del burro tradizionale e in più sono iper energetici

I burri vegetali non contengono colesterolo: anzi, aiutano ad abbassare il livello di colesterolo cattivo (LDL) e di trigliceridi nel sangue, grazie ai cosiddetti grassi buoni, ovvero gli Omega 3 e Omega 6 presenti nella frutta secca da cui si ricavano questi particolari condimenti veg. i burri vegetali non intasano le arterie come farebbe lo stesso prodotto di origine animale (specialmente se consumato in eccesso), ma al contrario sciolgono le placche sclerotiche che ostacolano la formazione di pericolosi coaguli nel sangue. Inoltre, essendo grassi, sono una fonte importante di energia, preziosa in questa fase dell’anno e in più forniscono le fibre di cui l’alimentazione moderna è spesso carente. Un’altra caratteristica positiva dei burri vegetali è che non provocano acidosi nel sangue.

LEGGI ANCHEI dolci veg senza burro salvano pressione e glicemia

Dove ricavare i burri vegetali

  • Mandorle: fonte di vitamina E e di calcio
  • Anacardi: tonici e ricostituenti
  • Semi di sesamo: fonte privilegiata di calcio per le ossa
  • Noci: miniera di Omega 3 e di fibre
  • Nocciole: fonte di vitamina E e di vitamine del gruppo B
  • Semi di zucca: ricchi di magnesio per l’umore
  • Cocco: energetico e ricco di vitamina E
  • Pistacchi: combattono le infiammazioni indotte dallo stress
  • Olio extravergine di oliva (evo): ricco di antiossidanti e di grassi “buoni”
  • Noci brasiliane: riserva di selenio, il minerale anti age
  • Macadamia: con Omega 7, nutriente che influenza la longevità

Ricorda: semi oleosi e frutta secca sono in genere gli ingredienti base dei burri vegetali. Noci, mandorle, ecc., devono essere di tipo non salato e preferibilmente freschi. Vanno sempre privati del guscio. Si possono usare interi o affettati, con la pellicina o senza, ma se mantieni la pellicina apporti all’organismo maggiori fitonutrienti e sapore. Qui di seguito ti proponiamo 4 ricette per preparare in assoluta facilità i tuoi burri vegetali.

Burro rustico di mandorle tostate alla cannella e vaniglia

Ingredienti

  • 250 g di mandorle sgusciate non tostate
  • Una punta di vaniglia
  • Cannella in polvere a piacere

Preparazione
Tosta le mandorle per circa 40 minuti a 140°, mettile in un frullatore insieme alla vaniglia e alla cannella e frulla per un minuto alla massima potenza. Spegni il frullatore e mescola la farina ottenuta prima di ricominciare a frullare: continua così finché le mandorle inizieranno a rilasciare il loro olio e si formi una crema omogenea. È importante interrompere il procedimento ogni due minuti massimo, per evitare che la crema si surriscaldi e perda i nutrienti più importanti. Alla fine puoi aromatizzare con le spezie che preferisci. Questo burro vegetale è perfetto da spalmare sul pane o per farcire dolci. Può essere usato anche come burro vero e proprio nell’impasto di torte e muffin.

Le mandorle proteggono cuore e sistema nervoso: questi frutti del Mediterraneo sono una preziosa fonte di calcio, zinco, arginina e olii essenziali; l’arginina, in particolare, è un potente regolatore della funzione dei vasi sanguigni. Abbinate alla cannella, le mandorle riducono i livelli di zuccheri nel sangue e prevengono i raffreddori stagionali. Inoltre sono ricche di vitamina E, preziosa per la pelle e rappresentano un integratore naturale per il sistema nervoso grazie al magnesio e alle vitamine del gruppo B.

Burro di cocco

Ingredienti

  • 250 g di cocco in scaglie
  • Un cucchiaio di olio di cocco bio

Preparazione
Metti gli ingredienti in un potente frullatore e procedi come per il burro di mandorle sopra descritto. Fai delle pause per non surriscaldare la crema. Versa il composto in un vasetto e poi lascia solidificare a temperatura ambiente. Conserva in dispensa ma non in frigo.

Un burro prezioso contro i cali umorali, il burro di cocco può essere usato anche a colazione, magari spalmato si pane nero con una composta di mirtilli.

Burro di pistacchi di Bronte e mandorle

Ingredienti

  • 170 g di mandorle bianche pelate
  • 80 g di pistacchi di Bronte non salati

Preparazione
Tosta le mandorle e i pistacchi in una teglia senza carta da forno per circa 20 minuti. Le mandorle devono prendere un color crema. Falle intiepidire e dopodiché procedi nella preparazione come per il burro di mandorle tostate. Ricordati di non scaldare troppo il composto.

I pistacchi di Bronte sono l’oro verde della Sicilia: il pregiatissimo pistacchio verde di Bronte, varietà tipica del catanese, è reso unico dalla qualità del terreno vulcanico da cui si sviluppa. Questo prodotto si è guadagnato la denominazione di origine protetta (DOP). Viene usato in pasticceria e nel pesto alla brontese.

Burro all’olio evo

Ingredienti

  • 100 ml di olio extravergine di oliva (evo)
  • 50 ml di latte di mandorla al naturale (senza zucchero e sale aggiunti)
  • 2 pizzichi di sale
  • Qualche goccia di succo di limone

Preparazione
Versa l’olio nell’apposito contenitore a bordi alti e poi frulla con un frullatore ad immersione, fino a ricavarne un’emulsione cremosa; aggiungi a filo il latte di mandorla con un pizzico di sale. Continuando a frullare metti qualche goccia di succo di limone: otterrai un burro morbido da spalmare sul pane e utile per mantecare i piatti.

APPROFONDISCI
Alimentazione Naturale

La natura “sa” sempre cosa serve al nostro corpo per stare bene...

CONSIGLIATO PER TE
La dieta vegetariana
Ti depuri e perdi peso
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?