Cannella, la spezia versatile dalle mille proprietà
Cibo

Cannella, la spezia versatile dalle mille proprietà

Il gusto particolare della cannella ha ispirato gli antichi: vanta proprietà afrodisiache, riscaldanti, digestive e molto altro

Già utilizzata in tempi remoti, la cannella è una delle spezie più rinomate. Le sue proprietà terapeutiche erano conosciute nel lontano Oriente fin dal 2700 a.C. Nella medicina tradizionale cinese e nell’antica scienza medica dell’Ayurveda veniva usata, ed è tutt’ora impiegata, come rimedio digestivo, per curare le malattie da raffreddamento e contro i dolori mestruali. È addirittura citata in un passo della Bibbia (nel libro dell’Esodo). Gli Egizi utilizzavano l’olio essenziale di cannella nella procedura di imbalsamazione dei morti. Antichi Greci e Romani la usavano come rimedio afrodisiaco. In Europa, in pieno Ottocento, la cannella era una delle 4 spezie, insieme a pepe, noce moscata e chiodi di garofano, citate nei libri di cucina come “un pizzico di spezie e droghe”.

La pianta della cannella

La cannella è una spezia ricavata da una pianta arborea sempreverde della famiglia delle Lauraceae di cui si utilizza la corteccia essiccata dei ramoscelli, che si presenta in piccoli cilindretti, detti cannelli. Il suo nome, infatti, deriva dal latino canna, che si riferisce proprio alla particolare forma arrotolata dei cannellini. Ne esistono due diverse specie. La Cinnamomum zeylanicum (detta anche Cinnamomum vera o regina) originaria dello Sri Lanka, caratterizzata da un delicato color nocciola e da un piacevole aroma dolciastro, è la più pregiata, nonché più costosa, perché ricca di componenti benefiche.

La Cinnamomum cassia(o Cinnamomum aromaticum), proveniente dalla Cina, di aspetto rugoso color rosso scuro, con aroma più pungente e di minor qualità, contiene cumarina rossica per reni e fegato. Tanto più i cannellini sono sottili, tanto più è pregiata la spezia. La cannella si trova in commercio sotto forma di cannelli, oppure ridotta in polvere. Per preservarne al meglio l’aroma e le proprietà, è preferibile scegliere i cannelli da sbriciolare al momento dell’utilizzo, conservandoli in vasetti di vetro chiusi ermeticamente e riposti in una dispensa, priva di umidità, lontano da fonti di luce e calore.

La cannella in cucina

Molto usata nella preparazione di svariate ricette in cucina. La cannella è una spezia dal gradevole sapore, intenso e avvolgente. Tipici sono alcuni dolci natalizi della tradizione nordica, come i biscotti allo zenzero e cannella. Questa spezia, piacevolmente dolciastra e aromatica, è uno degli ingredienti fondamentali dello strudel di mele, perfetto il connubio della cannella con questo frutto. Un’altra tipica ricetta a base di cannella è il pan pepato.

Utilizzata anche nella preparazione di dolci al cucchiaio, come la crema catalana, oppure nello yogurt o nei frullati etc. E ancora, la cannella fa parte del mix di spezie classico per la preparazione del vin brulé, come pure nella ricetta della sangria. Nelle pietanze orientali e in alcuni piatti africani, poi, la cannella viene utilizzata per aromatizzare, dando ai cibi quel particolare gusto tra il pungente e il dolciastro. Per esempio, la cannella è uno dei componenti del curry, oltre che essere ingrediente base del the chai indiano.

Le proprietà benefiche della cannella

La cannella è una spezia dalle mille virtù terapeutiche. Contiene ferro, calcio, potassio, zinco, selenio, rame, fosforo e manganese. Vitamine del gruppo B, vitamina C, A, E e K. È molto ricca di fibre. Le proprietà più note sono legate al suo effetto riscaldante. Per questo è un ottimo rimedio naturale contro raffreddore e influenza. Va bene sia nel periodo invernale sia nei mesi caldi, poiché stimola la sudorazione. La cannella è anche un potente antiossidante per cui contrasta l’invecchiamento cellulare e aiuta a rafforzare il sistema immunitario.

Inoltre, la cannella è anche un potente battericida e antimicotico, inibendo il proliferare di funghi come la Candida o batteri come l’Helicobacter pylori. La cannella migliora la digestione e rallenta la velocità di svuotamento dello stomaco dopo un pasto. In tal modo regola la glicemia e riduce gli attacchi di fame nervosa, dovuta a picchi e cadute dei livelli di zucchero nel sangue. Ecco perché la cannella è molto utile nel controllo del peso. Il suo potere digestivo si esplica anche in un’azione lenitiva del caso di infiammazioni di tutto l’apparato gastroenterico. Quindi, può essere utilizzata come rimedio in caso di nausea e indigestioni, oppure presa prima dei pasti, semplicemente per favorire la digestione. Cura anche alcuni fastidi dell’intestino, come costipazione, diarrea, flatulenza e dispepsia.

Ottima come rimedio nell’alleviare i dolori mestruali e regolare il ciclo. In gravidanza è bene limitarne il consumo, poiché potrebbe determinare contrazioni uterine non desiderate. Riguardo il suo potere afrodisiaco, è stato accertato che aiuta a bilanciare gli ormoni favorendo la fertilità. E ancora, la cannella aiuta a sciogliere muscoli e articolazioni, nonché dona sollievo in caso di dolori causati dall’artrite. Stimola il sistema nervoso, favorendo la concentrazione e la memoria, ma anche la creatività e l’ispirazione. Per cui, può essere utilizzata come ausilio anche in caso di demenza senile o malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson.

La cannella, inoltre, favorisce la circolazione sanguigna grazie alle sue proprietà di fluidificare il sangue. Assumere mezzo cucchiaino di cannella al giorno (3 grammi) può donarci svariati benefici. Oltre a ridurre i livelli di zucchero nel sangue, contribuisce ad abbassare i trigliceridi e il colesterolo LDL (quello “cattivo”). Recenti studi hanno dimostrato che tiene sotto controllo la produzione di insulina e può essere utile nel caso di diabete tipo 2.

Bevande alla cannella ottime per la salute

Per combattere l’influenza e innalzare le difese immunitarie è ideale una tisana alla cannella. Prendere un bastoncino di cannella e metterlo in un recipiente con sufficiente acqua per una tazza. Mettere il tutto sul fuoco e portare a ebollizione per qualche minuto, dopodiché far decantare e poi filtrare. Bere la tisana calda, così com’è oppure dolcificata con miele o succo di agave o di acero. Per potenziare l’effetto rinforzante del sistema immunitario, alla preparazione del decotto, aggiungere un pezzo di radice di zenzero fresco. Procedere nella preparazione allo stesso modo. L’accostamento delle due spezie dona alla vostra bevanda un profumo unico.

Potete aggiungere la cannella, in polvere, a qualsiasi bevanda calda desideriate, the o tisane che siano. Ottima aggiunta al caffè, classico o di cereali e cicoria. Mettere un cucchiaino di cannella nel caffè al posto dello zucchero, può diventare una sana abitudine. Il sapore dolciastro della cannella, infatti, rende il caffè gustoso ed è un modo per assumere meno calorie, evitando di ingerire “veleno” (lo zucchero bianco in particolare), oltre a beneficiare degli effetti positivi di questa versatile spezia. La mattina come energica colazione “alternativa”, la sera per conciliare il sonno e durante la giornata, per una gradevole pausa.

APPROFONDISCI
La prodigiosa cannella
La prodigiosa cannella
CONSIGLIATO PER TE
Alimentazione Naturale
Alimentazione Naturale

La natura “sa” sempre cosa serve al nostro corpo per stare bene...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?