Tieni a bada placche e trigliceridi a tavola
Mangiare sano

Tieni a bada placche e trigliceridi a tavola

Per tre settimane, inserisci questi cibi nella tua alimentazione: ripulirai i vasi sanguigni in profondità prevenendo i rischi di pranzi e cenoni imminenti

Una dieta povera di grassi animali e di zuccheri raffinati è il primo baluardo per prevenire l’accumulo di colesterolo e ridurre i valori di quello già presente; le raccomandazioni degli esperti dicono che non dobbiamo introdurre con gli alimenti più di 300 mg di colesterolo al giorno. Ma se già prevedi che durante le feste eccederai a tavola, inizia ora a preparare il tuo corpo ad affrontare eventuali abbuffate seguendo ogni giorno queste indicazioni alimentari, portando a tavola gli 8 cibi che vedrai presentati qua sotto. Basterà consumarne per 2-3 volte alla settimana per 3 settimane per aumentare il colesterolo buono (il colesterolo di “protezione”) e salvare l’organismo dai danni dei cenoni.

Avena

È ricca di fibre e normalizza la produzione di colesterolo endogeno. Consumala sotto forma di pane, crusca o fiocchi, nel latte, nello yogurt o nelle zuppe. Da bere o per cucinare, puoi anche usare il latte d’avena al posto del latte vaccino.

Mele

Recenti studi confermano che è sufficiente mangiare una mela al giorno per 4 settimane per ridurre del 40% i livelli di colesterolo “cattivo” (o LDL). Ottime a tale scopo le mele verdi e acidule (Granny Smith): evitano l’ossidazione del colesterolo.

Carciofi

Aiutano a smaltire l’eccesso di colesterolo attraverso la bile e riducono la sintesi di colesterolo cattivo. Vanno assunti preferibilmente crudi, in insalata o pinzimonio, conditi con un filo d’olio extravergine d’oliva e aceto di mele.

Tè oolong

È una varietà di tè rosso che inibisce la lipasi pancreatica, un enzima che governa la sintesi di colesterolo. A dicembre cerca di sostituirlo al caffè, bevendone 3 tazze al giorno, con un cucchiaino di miele e un pizzico di zenzero fresco.

LEGGI ANCHECon le fragole riduci colesterolo, trigliceridi e glicemia

Noci e mandorle

Questi semi, ricchi di grassi buoni, riducono il colesterolo perché aumentano la presenza di acidi monoinsaturi nel sangue. Gustali la mattina nello yogurt o a merenda, con una mela cotta o una ciotolina di mosto d’uva.

Porri

Ricchi di calcio, potassio e vitamine, liberano il sangue dal colesterolo LDL. Usali per i soffritti, aggiungili alle zuppe o affettali fini (usando la parte interna, più tenera) nelle insalate. Le parti verdi, invece, si possono mettere in minestre e frittate.

Semi di lino

Con 100 g al giorno si riduce il colesterolo cattivo di circa il 10%. Il loro segreto? Il contenuto di vitamina B, magnesio, manganese e acido linoleico. Aggiungili a yogurt, zuppe, insalate, frullati. Usa anche l’olio di semi di lino per condire.

LEGGI ANCHEAddio colesterolo con frutta, cereali integrali e omega3

Soia

Le sue proteine abbassano il colesterolo LDL e la lecitina impedisce la formazione di placche sulle arterie. Consumala come germogli, pane, cracker, barrette, biscotti e aggiungi i suoi fagioli (gli azuki) alle zuppe o cuocili al vapore e mettili nell’insalata.

TAG
TRIGLICERIDI
COLESTEROLO
ALIMENTAZIONE
SANGUE
CIRCOLAZIONE
APPROFONDISCI
Le migliori ricette per vincere il colesterolo
Le migliori ricette per vincere il colesterolo
100 piatti gustosi
CONSIGLIATO PER TE
Curarsi Mangiando
Curarsi Mangiando

Abbonamento 12 numeri

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?