Contro la depressione stagionale, usa questi rimedi naturali
Sos salute

Contro la depressione stagionale, usa questi rimedi naturali

Specie a settembre, col rientro dalle ferie, il tono dell'umore può subire qualche calo improvviso: coi rimedi verdi giusti ti rinforzi e riparti con la grinta che serve

Si chiama SAD (Season Affective Disorder), o depressione stagionale, ed è un disturbo dell’umore che si presenta in specifici momenti dell’anno. Un caso piuttosto tipico, anche se non l’unico, è proprio quel senso di tristezza e di stanchezza fisica e nervosa che a volte accompagna la fine della bella stagione e che in qualche caso può sconfinare in un vero e proprio stato depressivo. Il disturbo in questo caso combacia con l’arrivo dell’autunno, con le ore di luce più corte e con i primi annunci di cambio di clima dal caldo al freddo.

I sintomi di questa depressione stagionale comprendono:

  • senso di affaticamento e stanchezza,
  • bisogno di dormire più ore del solito,
  • desiderio di zuccheri e carboidrati, con conseguente aumento di peso,
  • umore depresso, sottotono, irrequietezza e perdita d’interesse nelle attività di tutti i giorni.

Contro la depressione stagionale, ti aiuta la natura

La crisi del dopo-vacanza può derivare dalla sensazione di aver perso qualcosa di vitale e indispensabile: la libertà mentale, l’assenza di schemi, tipici del periodo di ferie. Ma quel “qualcosa in più” possiamo e dobbiamo trovarlo anche nella vita di tutti i giorni, nei piccoli gesti quotidiani che aiutano a mantenere il contatto con la nostra essenza. Il segreto del benessere psicofisico, del resto, è riuscire a essere sempre in contatto con le molteplici parti di noi, che hanno bisogno di essere ascoltate tutto l’anno. Accettare la ciclicità e l’alternarsi di piacere e fatica è una buona premessa per non avere cadute dolorose. Ciò premesso, per combattere gli stati di tristezza e depressione stagionale, un valido aiuto viene dalla natura. Ma quali rimedi utilizzare per ricaricarci di energia positiva, indispensabile per affrontare al meglio le sfide della stagione alle porte? Eccoli.

Rhodiola e Billy Goat plum placano l'insoddisfazione

La Rodhiola rosea dona serenità ed equilibrio e aiuta anche a combattere la fame che nasce dall’ansia e da un senso di insoddisfazione, che spinge a desiderare cibi ricchi di grassi saturi e di zuccheri. Billy Goat Plum (Planchonia careya), è il fiore australiano che favorisce l’accettazione del proprio corpo, della fisicità, e che porta a scooprire la propria autentica bellezza. Contenuto all’interno della miscela dei fiori australiani “Equilibrio Donna”, può essere assunto anche per i disturbi della menopausa.

Come assumerli

  • Estratto secco di Rodhiola rosea,1 capsula prima del pasto principale.
  • Billy Goat Plum, fiore australiano, 7 gocce, due volte al giorno (mattino e sera), direttamente sotto la lingua.

Con i fiori di Bach plachi l'ansia e dormi meglio

Secondo i principi della floriterapia, questi rimedi dolci aiutano a sviluppare e sostenere la vera natura di ognuno, grazie alle vibrazioni o stati energetici racchiusi in essi. Aiutano a mantenere viva la nostra unicità e ci proteggono dalle situazioni in cui ci sentiamo fuori posto o tendiamo a “spremerci” oltre misura. In questo modo, favorendo la centratura, sono anche un valido aiuto per i periodi di lieve  depressione stagionale.

White Chestnut, Gentian e Olive: la miscela che rigenera

La miscela composta da White Chestnut, Gentian e Olive è utile quando affrontare i problemi di tutti i giorni ci sembra una fatica insormontabile. I pensieri si affollano nella testa e impediscono di dormire (White Chestnut), la persona è sfiduciata, in preda allo sconforto e carica di ansia (Gentian), impegni, troppo lavoro, stress, hanno tolto forza ed energia e il soggetto ha bisogno di rigenerarsi (Olive).

Come assumerli
Assumi una miscela composta da White Chestnut, Gentian e Olive, 4 gocce, 4 volte al giorno, direttamente sotto la lingua.

Wild Rose ti regala la vitalità

Wild Rose è il fiore che ci aiuta quando nulla sembra interessarci, ci sentiamo giù, rassegnati, con un senso di monotonia e noia che accompagna le giornate. Possiamo ridestare l’interesse massaggiando Wild Rose sulla schiena, in una miscela di olio di mandorle dolci. Diluisci 2 gocce di Wild Rose (fiore di Bach), in 30 ml di olio di mandorle dolci e massaggia su spalle e schiena in modo delicato.

Come assumerli
I fiori di Bach sono diluiti in una soluzione apposita fatta di acqua e brandy e assunti nelle seguenti dosi: 4 gocce, 4 volte al giorno, direttamente sotto la lingua. È possibile farsi preparare la miscela in una farmacia o erboristeria specializzata.

Argentum nitricum scaccia la fatica del rientro

Questo rimedio omeopatico è indicato nei soggetti che hanno un’attività frenetica e costante, impazienti e con scarsa memoria. Per i soggetti che temono di non avere abbastanza tempo, apprensivi, che vivono con fatica e stress il lavoro. Gli effetti dello stress e dell’ansia possono sentirsi a livello gastrointestinale con difficoltà digestive e diarrea.

Assumi Argentum nitricum 15 CH, 5 granuli, 1-2 volte al dì, fino alla remissione dei sintomi.

APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
I cibi che curano ansia e tristezza
I cibi che curano ansia e tristezza
Ecco cosa mangiare quando ti senti arrabbiato, depresso e scontento
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?