Salva i tuoi occhi dalla luce solare più aggressiva
Sos salute

Salva i tuoi occhi dalla luce solare più aggressiva

Riverbero e stanchezza sono i peggiori nemici della vista, soprattutto d’estate: ecco le regole e i rimedi naturali per proteggere questi organi tanto preziosi

Lo splendore dell’estate piena a luglio si manifesta nel riverbero dorato del sole più caldo, che vivifica tutta la natura. Questa lucentezza ci porta a orientare l’attenzione sulla parte del corpo che incontra, per tutta la fase di veglia, le radiazioni luminose: gli occhi. È in particolare la retina - un sottile strato di cellule specializzate, chiamate coni e bastoncelli - che raccoglie la luce e la converte in impulsi elettrochimici che il cervello tradurrà in immagini. Ma se la luminosità è troppo intensa, si corre il rischio di sovraccaricare le cellule-recettrici e, gradualmente, di creare dei danni alla funzione visiva. Che possono essere evitati utilizzando le erbe e gli integratori naturali protettivi.

Non farti mancare il betacarotene

Le carote sono un toccasana per la vista per il loro consistente contenuto di betacarotene, il principio precursore della vitamina A, che serve al corpo per produrre la rodopsina, un pigmento essenziale per la salute della retina. Consumare carote, cotte e soprattutto crude, è dunque fondamentale. Ma ancora più importante è sfruttare le virtù dell’olio ottenuto da queste radici croccanti: fonte di vitamine del gruppo B, PP, E e D, l’olio di carota contrasta la degenerazione delle strutture oculari e le protegge dai danni dei raggi UV.

Lo trovi in abbondanza nell’olio di carote

Per una cura rinforzante degli occhi, richiedi in erboristeria l’olio di carote biologico in perle: assumine una, la mattina a colazione, per cicli di 1-2 mesi, ripetibili durante l’anno. Inoltre, la sera dopo la pulizia del viso, applica un velo di olio di carota nella zona perioculare, massaggiandolo finché non sarà completamente assorbito, soprattutto là dove sono presenti borse e occhiaie”: la mattina ti sveglierai con lo sguardo riposato.

Rinforza così i capillari oculari

Per salvaguardare dai rischi del sole gli occhi sensibili, un aiuto ci viene anche dal Coleus forskohlii: si tratta di una pianta della foresta tropicale che la medicina ayurvedica utilizza da millenni per proteggere il microcircolo (incluso quello oculare) e prevenire e arrossamenti e fotofobia. Il principio attivo a cui il Coleus deve la sua azione terapeutica si estrae dalla radice: si tratta di un diterpene, la forskohlina, che rinforza i microvasi sanguigni che raggiungono gli occhi e abbassa la pressione oculare. Non a caso in India si prescrive questo rimedio anche per trattare il glaucoma e le maculopatie.

In compresse, con acqua o succo di mirtillo

Richiedi in erboristeria l’integratore in compresse da Coleus forskohlii. La dose consigliata di estratto, derivato dalla radice e standardizzato al 10% in forskohlina è di 200 mg al giorno, prima di colazione e prima di cena, in 2 somministrazioni da assumere con un abbondante bicchiere di acqua a temperatura ambiente. Si fanno cicli da 1-2 mesi. Per potenziare la visione notturna, assumi il Coleus con un calice di succo di mirtillo che, essendo ricco di polifenoli, rigenera la struttura retinica.

TAG
OCCHI
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
La salute degli occhi
La salute degli occhi

I problemi della vista dipendono anche dal nostro atteggiamento mentale

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?