Via gonfiori e ritenzione idrica con l'auto depurazione
Sos salute

Via gonfiori e ritenzione idrica con l'auto depurazione

Stimolando il sistema linfatico possiamo liberarci dalle tossine e dalle scorie metaboliche accumulate in inverno: ecco come farlo in tre mosse

I mesi invernali da poco terminati, associati a una maggiore sedentarietà, all’assunzione di cibi più calorici ed elaborati, e a una quantità di tossine ambientali che si introducono nel corpo, producono sempre un accumulo di scorie metaboliche, gonfiori e ritenzione idrica. Tutti questi fattori vanno a compromettere la naturale capacità del nostro organismo di assimilare le sostanze utili al suo buon funzionamento e di eliminare quelle dannose, sovraccaricando il sistema linfatico che non è più in grado di svolgere efficacemente le sue funzioni drenanti e detossinanti.

Se vuoi rinascere, la depurazione è d'obbligo

In primavera l’organismo ha bisogno di rigenerarsi, di liberarsi della pesantezza delle scorie accumulate: il momento è dunque propizio per purificare il corpo da ristagni e tossine, eliminando la pesantezza fisica e mentale. Il migliore trattamento naturale di depurazione parte dal nostro sistema linfatico, capace di favorire, se opportunamente stimolato, una depurazione generale del corpo e di dinamizzare la nostra energia psicofisica. Ecco le strategie giuste per farlo.

Prima mossa: esegui una spazzolatura a secco

La tecnica della spazzolatura, messa a punto dal padre dell’idroterapia Sebastian Kneipp, agisce sulle acque interne, i vasi e il sistema ghiandolare che costituiscono il sistema linfatico, drenando i liquidi, eliminando i gonfiori e sollecitando la pelle a liberarsi dai grigiori dell’inverno e a espellere le tossine e le scorie accumulate. Si tratta di un metodo intensivo da utilizzare una volta alla settimana. Procurati una spazzola di setole naturali e con delicatezza comincia a massaggiare la pelle, prima sulla parte anteriore, partendo dalle braccia, con movimenti verso l’alto, poi sul petto e sull’addome con movimenti dall’esterno verso l’interno e infine sulle gambe, davanti e dietro, sempre con movimenti verso l’alto che facilitano il drenaggio linfatico.

LEGGI ANCHEDepurazione totale con le bevande giuste

Sulla parte posteriore massaggia prima la nuca e poi la schiena, verso il basso e con movimenti dalla colonna verso l’esterno; infine spazzola le piante dei piedi. Il movimento del massaggio deve essere circolare, deciso ma non irritante. Spostati gradualmente da una zona all’altra, senza sollevare la spazzola, cambiando semplicemente direzione e scivolando delicatamente lungo il corpo. Noterai un leggero arrossamento, che sta ad indicare che la circolazione risponde allo stimolo (se la pelle rimane bianca significa che c’è un accumulo di tossine che è necessario eliminare). Questa tecnica può essere praticata a secco, prima della doccia quotidiana o in acqua con l’ausilio di una vasca da bagno. Dopo l’immersione in acqua calda il corpo va risciacquato con una veloce docciatura fredda e si prosegue il trattamento riposando al caldo per circa 30 minuti.

LEGGI ANCHEMassaggio, lpiù antica tecnica di benessere

Seconda mossa: fai l'auto massaggio dolce che alleggerisce tutto il corpo

Scegli una posizione comoda e inizia il trattamento esercitando una leggera frizione su tutto il corpo, a partire dalle estremità degli arti inferiori per risalire verso l’addome, e dalle mani lungo le braccia fino al torace. Le dita delle mani vanno tenute morbide e leggermente piegate. Poi esegui i seguenti movimenti.

Fase di apertura (10minuti)

  • Appoggia entrambe le mani con le quattro dita distese ai lati della gola sotto le orecchie e massaggia con movimenti circolari molto delicati (la pelle non si deve mai arrossare e non si deve percepire dolore) punto per punto fino alle spalle.
  • Incrocia le mani e tratta i lati della gola punto per punto fino alla fossa clavicolare, dove si trova la centrale di controllo di tutto il sistema linfatico e in cui confluisce la linfa di tutto il corpo.
  • A mani incrociate appoggia gli indici sotto la punta del mento, e con i pollici divaricati ai lati della gola massaggia punto per punto fino alle orecchie.
  • Appoggia le mani piatte (le quattro dita tranne il pollice) sotto l’attaccatura posteriore dei capelli e massaggia lungo le ossa fino alle orecchie.

Massaggio antiritenzione (10 minuti)

L’auto-linfodrenaggio è particolarmente indicato in caso di gonfiori e ritenzione idrica nelle gambe. Ecco come procedere a questo scopo.

  • Dopo aver completato le fasi di apertura, sdraiati su un letto con un sostegno dietro la schiena e appoggia le mani sul basso ventre, ai lati delle ossa del bacino. Massaggia delicatamente in profondità. Ripeti più volte.
  • Avvolgi la coscia con le mani e punto per punto scendi fino al ginocchio, con le dita in direzione del cuore. Massaggia il cavo popliteo (parte posteriore del ginocchio) e scendi fino al malleolo con piccoli movimenti rotatori. Concludi massaggiando la zona attorno al malleolo soggetta a gonfiori e accumuli linfatici.

Terza mossa: bevi l'elisir di betulla che per depurarti e sostenere l'umore

La Betulla, pianta slanciata, sottile, delicata e dal tronco bianco - argenteo, è una pianta simbolo di purezza. Così come contribuisce all’equilibrio delle acque del terreno in cui cresce, così partecipa anche a quello dei fluidi nel nostro corpo. La betulla è una pianta che, insieme all’acqua, permette all’organismo di depurarsi dai liquidi in eccesso e con il suo leggero effetto antidepressivo aiuta anche a lasciar andare tutta la pesantezza dell’inverno.

Prepararlo e usalo così

Versa un cucchiaio di foglie di betulla, che trovi in erboristeria, in mezzo litro di acqua bollente. Lascia in infusione per 10 minuti. Quando l’infuso si intiepidisce, aggiungi un pizzico di bicarbonato di sodio, perché facilita la soluzione dei principi resinosi contenuti nelle foglie. Mescola, filtra e lascia raffreddare. Per una cura primaverile depurativa bevi 2 tazze di tisana al giorno per 3 settimane. Applicata sulla pelle, anche con bagni e massaggi, bonifica i tessuti dai ristagni e aiuta a sciogliere gli accumuli adiposi.

TAG
DEPURAZIONE
RITENZIONE IDRICA
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
RIZA Speciale Detox: La depurazione è la miglior cura
RIZA Speciale Detox: La depurazione è la miglior cura
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?