Ematomi rimedi naturali: 6 soluzioni per le contusioni
Sos salute

Ematomi rimedi naturali: 6 soluzioni per le contusioni

Quando si subisce una contusione è bene intervenire subito per limitare i danni, prevenendo la comparsa di gonfiori, lividi e dolori della zona colpita: con i rimedi naturali giusti puoi prevenire la formazione di ematomi

Contusioni ed ematomi rimedi naturali: come intervenire subito

Una contusione, sopratutto se importante, può produrre la rottura dei capillari della zona coinvolta, che si gonfia e diventa violacea facendo comparire un livido vistoso. Per prevenirne la formazione la prima cosa da fare è applicare impacchi di ghiaccio sulla zona interessata dalla contusione, in modo da contrastare la formazione di ematomi sanguigni dolorosi e antiestetici, che possono persistere anche per settimane.

LEGGI ANCHEGuida ai rimedi omeopatici

Ematomi e Arnica: il rimedio omeopatico da assumere subito

Per prevenire la formazione dell'ematoma o assicurarne la veloce risoluzione possiamo assumere immediatamente il rimedio omeopatico Arnica 9 CH, che ha effetti spettacolari sui traumi dei tessuti come pelle, muscoli e tessuti sottocutanei, ma anche per evitare che compaia un ematoma o un gonfiore sul volto dopo il trattamento o l'estrazione di un dente. Se ne assumono tre granuli ogni ora per il resto della giornata.

L'aceto di mele scioglie i coaguli che causano l'ematoma

Applicato sulla pelle l'aceto di mele contrasta la formazione di dolorosi ematomi perché scioglie i coaguli di sangue sottocutanei, prevenendo la comparsa del livido o accelerandone la risoluzione se è già formato. Utile anche nel trattamento di ematomi persistenti, per utilizzarlo al meglio diluisci un dito di aceto di vino bianco o di mele in mezzo bicchiere d'acqua, imbevi col liquido preparato un batuffolo di cotone e usalo per  tamponare il punto dolente.

L'aloe vera riattiva le capacità auto-guaritive della pelle

Ricavato dalle foglie succulente dell'aloe barbadensis, il gel di aloe vera è ricco di acemannano, un principio attivo antinfiammatorio capace di riattivare le funzionalità dell'epidermide: applicato sull'ematoma almeno due volte al giorno, promuove la scomparsa delle antiestetiche chiazze ematiche. Se avete una pianta di aloe in casa potete usare la polpa della pianta, meglio se dopo averla tenuta nel congelatore per qualche ora: in questo modo i benefici saranno doppi poiché i principi antinfiammatori della pianta diminuiranno il trauma, mentre il freddo ridurrà gonfiore e dolore.

L'Olio d'oliva inibisce gli enzimi infiammatori

L'olio d'oliva contiene un composto, l'oleocantale, capace di prevenire la formazione degli enzimi pro-infiammatori COX-1 e COX-2 con le stesse modalità dei farmaci anti-infiammatori non steroidei, attenuando l'infiammazione dei tessuti e il conseguente dolore. Massaggiato sulla pelle contusa più volte al giorno, facilita il riassorbimento del gonfiore e nutre le cellule epiteliali, promuovendone la guarigione.

L'estratto di Vaniglia accelera la guarigione

Per accelerare la scomparsa dei lividi causati da un trauma possiamo usare l'estratto di vaniglia: oltre ad essere antinfiammatorio contiene antiossidanti capaci di promuovere la rigenerazione delle cellule coinvolte nel trauma, evitando la comparsa di lividi bluastri: basta applicarne qualche goccia sulla zona contusa.

In caso di emergenza ricorri... a una Patata!

Se vi trovate momentaneamente sprovvisti di rimedi specifici contro le contusioni potete ricorrere alle provviste che avete in casa: togliete dal frigorifero una patata cruda, sbucciatela, affettatela, applicatene una fetta sulla zona colpita dal trauma e tenetela per qualche minuto. Le patate  contengono un enzima chiamato catalasi, che viene assorbito dalla pelle e riduce rapidamente il livido e il dolore.

TAG
CONTUSIONI
EMATOMI
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
I rimedi omeopatici fondamentali
I rimedi omeopatici fondamentali
I granuli che ci curano e ci guariscono senza effetti collaterali
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?