Erbe e fitoterapia
Allume di potassio, deodorante naturale ma non solo

Dalle proprietà antitraspiranti e battericida, l’allume di rocca è utilizzato per contrastare i cattivi odori della sudorazione, ma è sempre utile averlo nell’armadietto del bagno anche come rimedio astringente e lenitivo post-depilazione e rasatura, come pure per curare piccole ferite

L’allume di potassio è un sale idrato, inodore e incolore, composto da alluminio (Al) e potassio (K), ma anche ossigeno (O) e zolfo (Z), a partire dall’acido solforico. Chiamato anche “allume di potassa” o “allume crudo”, viene estratto dalla pietra di allume (allumite), o anche da bauxite, creolite o argilla. La denominazione “allume di rocca” deriva dal luogo dove veniva estratto nella Magna Grecia. Gli antichi Greci già ne conoscevano le proprietà deodoranti e antibatteriche. Nel Medio Evo, poi, veniva usato nell’industria tessile per la lavorazione dei tessuti nelle Fiandre, dove lo esportava la Repubblica di Genova che ne deteneva il monopolio, poiché aveva il controllo della colonia di Focea in Anatolia. L’allume di potassio acquisì talmente valore, che anche re, papi e arcivescovi lo richiedevano. Nel XVI secolo, veniva usato per conciare e sbiancare le pelli, ma anche per fissare i colori sui tessuti, come pure sulla carta nelle miniature e sulle pergamene. La pietra di Rocca era impiegata anche per il suo potere ignifugo, sia nell’industria tessile sia per realizzare altri materiali che lo necessitavano (oggi è ancora nella composizione delle polveri per gli estintori. Oltre che utilizzato per purificare l’acqua. In ambito medico, l’allume di potassio veniva già usato come rimedio emostatico.

 

Proprietà dell’allume di potassio

Utilizzato soprattutto come deodorante, l’allume di rocca è un efficace antibatterico e presenta un’azione antitraspirante. Oltre a essere anche un buon battericida. Infatti, grazie alla sua componente salina e al suo potere osmotico, crea un ambiente inospitale per i batteri, che si insediano nelle zone umide del corpo, impedendo così che si presenti il cattivo odore dato proprio dalla proliferazione dei microrganismi. Senza però bloccare la sudorazione fisiologica (come invece fanno alcuni deodoranti chimici), ma semplicemente formando una sorta di film protettivo sulle ghiandole sudoripare, che si dissolve man mano che passano le ore. Grazie al suo potere disinfettante e cicatrizzante, l’allume di potassio, può essere impiegato su qualsiasi tipo di irritazione della pelle, eruzioni cutanee e bruciori. Per esempio, è utile per lenire l’epidermide dopo la rasatura della barba o dopo la depilazione. Inoltre, il potere astringente ed emostatico, è in grado di bloccare il sanguinamento anche di taglietti e piccole ferite. In medicina clinica, l’allume di potassio viene impiegato nella formulazione di alcuni vaccini (soprattutto quelli anti epatite A e B), grazie alla sua capacità di favorire la risposta del sistema immunitario.

 

I vari utilizzi dell’allume di potassio

Come rimedio naturale contro il sudore, la pietra di allume deve essere prima inumidita e, quindi, passata sulla pelle pulita ancora bagnata, dopo la doccia o il bagno. Nelle zone del corpo più soggette a sudorazione, come ascelle, ma anche piedi, mani e altri punti critici, soprattutto in caso di iperidrosi (eccessiva sudorazione). Rispetto ai deodoranti classici, ha il vantaggio di non coprire i cattivi odori con un’altra profumazione, essendo inodore, oltretutto non lascia aloni sui vestiti e non unge. Idem per irritazioni e piccoli taglietti. Grazie alle sue proprietà lenitive e astringenti al tempo stesso, può essere applicato sul viso come dopobarba, o in caso di brufoli e acne. Come cicatrizzante ed emostatico, è utile per velocizzare la guarigione di afte, gengive sanguinanti ed herpes labialis. Come pure può essere impiegato per alleviare il prurito delle punture di insetti. Sul corpo, può essere usato in caso di scottature da eccessiva esposizione ai raggi solari, per rinfrescare la pelle che scotta e agevolarne la guarigione.

 

Controindicazioni della pietra di allume

A livello dermatologico, l’unica precauzione da prendere è quella di non applicarlo sulla pelle tutti i giorni, per lasciare che l’epidermide traspiri anche naturalmente, in base alla sudorazione necessaria. Un’eventuale tossicità dell’allume di potassio, potrebbe essere imputabile ai sali di alluminio in esso contenuti, ma questa ipotesi non è ancora stata verificata con test clinici. Nel dubbio meglio non eccedere con l’utilizzo, come del resto anche per i deodoranti di composizione chimic). Chi soffre di pressione alta, dovrebbe però evitare di usarlo. Se si prendono farmaci o si soffre di patologie particolari, in ogni caso, è bene consultare il medico. Se ingerito però è tossico e, a seconda della quantità assunta, può dare problemi a livello gastrointestinale, dalla nausea al vomito, crampi addominali e diarrea. Esiste un antidoto specifico, ma può bastare assumere liquidi decongestionanti (come il latte), associati a un farmaco antiacido.

 

Dove comprarlo

L’allume di potassio è acquistabile in erboristeria, farmacia e parafarmacia, oppure nei negozi specializzati. L’importante è che riporti l’etichetta con la formula chimica. Si può trovare in commercio la pietra di allume grezza (preferibilmente levigata, altrimenti può graffiare), oppure sotto forma di stick ben levigato e in un apposito applicatore. Oppure come ingrediente principale nella formulazione di deodoranti a base naturale, spray e roll-on. Presente anche nella composizione di creme specifiche per mani e piedi, per ridurre la sudorazione e mantenere la pelle pulita. Oppure in prodotti dopobarba e post-depilazione, da applicare per lenire le irritazioni. In polvere, l’allume di rocca, viene venduto per utilizzarlo come sale da bagno, oppure può essere anche messo in frigorifero dentro una tazzina, per assorbire i cattivi odori.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?