Basilico: la medicina verde di giugno
Erbe e fitoterapia

Basilico: la medicina verde di giugno

Gli oli aromatici di cui è ricco il basilico migliorano i processi digestivi, combattono i gonfiori tipici dell'estate, purificano il respiro e sono anche antiossidanti

Le virtù segrete del basilico

Tradizionale alleato del pomodoro nella caprese e nei sughi estivi, il basilico "fa" subito profumo di cucina, ci rimanda a un'alimentazione di tipo mediterraneo, parla italiano ed è in genere legato a doppio filo alla pizza... Ma in realtà il basilico ha anche una valenza erboristica: in particolare, utilizzandolo fresco, si trasforma in un rimedio naturale assai efficace per tanti disturbi, in particolare dell'apparato digerente. Il suo nome deriva dal greco basileus che significa "erba da re", perché era considerata tra le più importanti.

Anche gli antichi conoscevano e apprezzavano il basilico

Originario dell'Oriente, presso i Romani il basilico era ritenuto magico e sacro a Venere. Come molte altre erbe, andava raccolto seguendo precisi rituali: chi lo tagliava doveva indossare abiti candidi e purificare la mano destra con un ramo di quercia bagnato d'acqua di tre fonti diverse. Alcuni autori aggiungono che il basilico non doveva essere reciso con strumenti di ferro perché il metallo avrebbe annullato ogni sua qualità. Plinio inoltre era convinto che i semi del basilico fossero potenti afrodisiaci, proprietà attribuitagli anche dai contadini contemporanei che lo somministravano ad asini e cavalli nel periodo della monta. L'uso di questo aroma in cucina si affermò particolarmente nel Rinascimento, quando anche Cosimo I de' Medici lo inserì fra le fragranze del "Giardino dei Semplici" (1545).

Il basilico tonifica lo stomaco e mantiene giovani

L'olio essenziale contenuto nelle foglie del basilico lo rende un efficace digestivo, capace di calmare gli spasmi intestinali, contrastare l'aerofagia (anche di origine nervosa), agendo come sedativo dello stomaco e del tenue. Il basilico fresco (la sua azione è molto veloce poiché viene assorbito rapidamente dalle mucose gastriche) è un rimedio ottimo contro le coliche e per calmare la nausea, sia quando si è ecceduto nel mangiare e nel bere, oppure quando l'ansia e lo stress prendono il sopravvento.

Contro le digestioni difficili, dunque, ponete 20 g di foglie fresche di basilico a riposare per 5 minuti in un litro d'acqua bollente. Bevetene 2-3 tazzine al giorno dopo i pasti.

Inoltre nell'antichità questa pianta veniva utilizzata per ringiovanire, per mantenere un ottimale funzionamento cerebrale, per restare in forma fisicamente e per conservare la bellezza. A conferma di tutto ciò, recenti ricerche hanno messo in luce come il basilico abbia il potere di combattere i radicali liberi e, quindi, ritardare l'invecchiamento delle cellule del nostro organismo, proteggendo in particolare fegato, cuore e cervello.

A tal fine usate la ricetta seguente: mettete a riposare un cucchiaino di foglie di basilico in 250 ml d'acqua per 10 minuti filtrato e consumatene una tazza subito dopo il pasto principale.

TAG
BASILICO
OLI
ESSENZIALI
DIGESTIONE
ANTIOSSIDANTI
APPROFONDISCI
Il formidabile zafferano
Il formidabile zafferano

È la sostanza naturale più ricca di antiossidanti, salva il cervello e la circolazione

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?