Bellezza
Prepara la pelle a ritrovare tono ed elasticità

Con scrub e gommage “mirati” liberi i tessuti da cellule morte, tossine e ristagni accumulati nel corso dell’inverno; in più riduci cuscinetti e flaccidità

A marzo, con le temperature gradualmente in rialzo, possiamo finalmente cominciare a liberarci dagli indumenti eccessivamente fascianti e coprenti, come calze, collant e pantaloni pesanti, che proteggono dal freddo ma ostacolano circolazione e ossigenazione cutanea. La nostra pelle, al termine della stagione invernale può presentarsi asfittica, atonica, opaca e secca. In questa fase sono quindi particolarmente utili quei trattamenti cosmetici che hanno lo scopo di rinnovare lo strato cutaneo superficiale, “intasato” di cellule morte e tossine e che permettono quindi una migliore ossigenazione della pelle, promuovendo nel contempo i processi di rinnovamento, drenaggio e disintossicazione dei tessuti. In questo modo riattiveremo anche microcircolazione sanguigna e linfatica, contrastando ritenzione, cuscinetti e cellulite.

Con sale e cereali rinnovi l’epidermide

Lo scrub, che grazie all’uso di sostanze che rimuovono, come sale, zucchero, farine, permette un’asportazione meccanica dello strato superficiale della pelle e il “gommage”, dall’azione più delicata, sono i nostri alleati per un rinnovamento cutaneo. In commercio esistono molti prodotti per effettuare questi trattamenti, ma puoi anche preparare tu degli ottimi scrub “fai da te” con ingredienti naturali. Scegli allora il gommage più adatto al tuo tipo di pelle (secca, impura ecc.) e praticalo una volta alla settimana.

Gli acidi di frutta e zucchero sono i migliori esfolianti naturali

Alcuni acidi appartenenti alla famiglia degli alfaidrossiacidi, svolgono una naturale azione esfoliante aiutando a rimuovere le cellule morte dallo strato più superficiale della pelle; si trovano, ad esempio, in numerosi frutti (uva, mele, agrumi), nella canna da zucchero (acido glicolico) e nel latte. Questi acidi sono molto utilizzati nei prodotti cosmetici: essi infatti, oltre a esercitare un’azione esfoliante, inducono un aumento della produzione di elastina e collagene (costituenti fondamentali della cute) e stimolano il turn-over cellulare, contribuendo a rigenerare la pelle.

Prova i trattamenti adatti al tuo tipo di cute

Qualunque sia il tipo di pelle, lo scrub deve essere delicato. Perché se c’è couperose non dobbiamo aggravarne la tendenza, se la pelle è normale occorre far attenzione a non alterarne l’equilibrio e se si tratta di pelle grassa non bisogna cadere nell’errore di compiere un trattamento troppo energico che produrrebbe, per difesa, un ulteriore aumento di sebo.           

Attenua le flaccidità della pelle “normale”

Con questo scrub esfoli la pelle, la ossigeni e la rigeneri. In più l’argilla bianca svolge un’azione rassodante e assorbe impurità e ristagni.

Fai così: In una ciotola poni 2 cucchiai di argilla bianca, 2 cucchiai di sale marino integrale, un cucchiaio di olio di jojoba (nutriente e levigante), un cucchiaio di yogurt al naturale biologico (rigenerante) e 3 gocce di olio essenziale di cipresso (stimola il microcircolo). Mescola fino a ottenere una crema omogenea; dopo una rapida doccia, massaggia la miscela su tutto il corpo, con piccoli movimenti circolari, infine risciacqua.

“Asciuga” e rassoda l’epidermide grassa

Per esfoliare la pelle grassa bisogna utilizzare prodotti che purifichino con delicatezza; i trattamenti aggressivi, infatti, inducono un meccanismo di difesa della pelle, che consiste in un ulteriore aumento della produzione di sebo.

Fai così: Mescola 2 cucchiai di farina d’avena (calmante e sebo normalizzante) un cucchiaio di olio di germe di grano (nutre senza occludere i pori), mezza mela biologica tritata (contiene acidi della frutta esfolianti) e poco succo di limone (astringente e purificante). Miscela gli ingredienti fino a ottenere una crema omogenea. Massaggia sul corpo umido effettuando movimenti circolari, partendo dalle caviglie e procedendo verso l’alto. Alla fine rimuovi i residui del composto con acqua tiepida e asciugati.

Idrata e tonifica la pelle secca

La pelle secca ha un film idrolipidico (la pellicola presente sulla superficie cutanea, costituita da acqua e sebo) insufficiente e ha perciò un aspetto arido e atonico; già a partire dallo scrub, deve essere nutrita, idratata e tonificata.

Fai così: In una ciotola miscela 2 cucchiai di olio extravergine di oliva o di sesamo (nutriente), un cucchiaio di miele biologico (rassodante), 3 cucchiai di zucchero di canna integrale e biologico (esfoliante e idratante) e 4 gocce di olio essenziale di geranio o rosa (rigenerante); massaggia il composto sul corpo, con movimenti circolari dal basso verso l’alto. Concludi con una doccia.

Smuovi i ristagni senza infiammare la cute delicata

La pelle delicata è sottile, fragile ed è spesso soggetta ad arrossamenti, irritazioni, couperose; se la tua pelle è particolarmente sensibile, si “infiamma” facilmente a causa di freddo, vento ecc., oppure se, pur non presentando problemi specifici, la tua pelle è arrivata molto “provata” alla fine dell’inverno, un gommage con sostanze lenitive, come quello proposto, può aiutarla a rigenerarsi ritrovando un aspetto sano e tonico.

Fai così: In una ciotola, mescola due cucchiai di argilla bianca (purificante e rigenerante), 2 cucchiai di olio di calendula (lenitivo) e 4 gocce di olio essenziale di camomilla (disinfiammante). Con il composto pratica un massaggio delicato sulla pelle pulita di tutto il corpo; dopodichè sciacquati rapidamente con acqua tiepida e asciugati tamponandoti con un asciugamano.

APPROFONDISCI
Il formidabile cocco

Abbassa la pressione, regola il colesterolo, fa dimagrire e rigenera il cervello

CONSIGLIATO PER TE
I meravigliosi burro di Karité e olio d'Argan

Il burro di Karité e l’olio di Argan si ricavano dai semi di due...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?