AntiAge

Coltiviamo il Tulsi. Il basilico antietà

La sua fragranza verde e freschissima riequilibra il sistema nervoso, stimola l’eros e tiene lontana la stanchezza psicofisica che spesso fa capolino proprio durante la bella stagione.

ECCO COME FARE
Coltivare il tulsi è facile: ama il sole e il caldo e si coltiva in un vaso di medie dimensioni. 

Perchè coltivare il tulsi?

Durante questa stagione c’è il desiderio di diventare un tutt’uno con ciò che sboccia e germoglia. 
Anticamente, ad Atene, in primavera si celebravano le Adonie, le feste in onore di Adone, un giovane amato da Afrodite, che impersonava uno spirito arcaico della vegetazione; nei giorni a lui dedicati, le donne portavano al tempio dei giardinetti in vaso da donare al dio, che ritornava finalmente sulla terra dopo i mesi freddi. 
Prendi spunto anche tu dalle usanze millenarie per tenere accanto a te una pianta magica: il tulsi o basilico sacro, un’erba aromatica d’origine orientale dotata di ottime proprietà calmanti, digestive e antistress.

Un profumatissimo “elisir di lunga vita”


In India, dove ogni famiglia ne coltiva una piantina come portafortuna sul davanzale, il tulsi è chiamato “basilico santo” perché è davvero un vegetale dalle molteplici virtù curative e antiage ed è considerato una sorta di elisir di lunga vita. È un efficace antinfiammatorio naturale, scioglie i catarri che intasano lo stomaco e l’intestino, dissolve le rigidità fisiche e mentali e soprattutto combatte lo stress. L’Ocinum sanctum (questo il suo nome botanico) nella tradizione induista rappresenta l’incarnazione di Lakshmi, la sposa di Vishnu, divinità simbolo della bellezza cosmica e signora della fertilità.

Come puoi usare il tulsi? 

Usa le foglie fresche del tulsi per insaporire insalate, capresi e cous cous; se le fai essiccare all’ombra, saranno perfette per preparare i tuoi infusi: bastano 3 pizzichi di foglie per ogni tazza d’acqua, da far bollire per 5 minuti; si filtra e se ne beve una tazza al giorno, meglio se a digiuno. Per potenziarne l’effetto digestivo, insaporisci l’acqua in cui farai bollire il tulsi con qualche rondella di zenzero fresco e una fettina di limone. In erboristeria trovi anche le tisane già pronte di tulsi in bustine.
 

Che benefici ti porta il tulsi?

È una pianta femminile che ti mette in sintonia con la nuova stagione.
Il tulsi è un’erba adattogena e ti aiuta a metterti subito in sintonia con la nuova stagione: sostiene le difese immunitarie, migliora il tono dell’umore e combatte ansia e insonnia. È anche un rimedio per la febbre da fieno, le riniti e l’asma bronchiale d’origine allergica che peggiorano in primavera; inoltre, se sei in menopausa, il tulsi (fresco o in infuso) combatte il gonfiore dovuto alle alterazioni d’origine ormonale.
Utilizzalo se hai sempre fame di dolci: regola la glicemia. Infine il tulsi facilita la fissazione del calcio nelle ossa grazie al contenuto di vitamina K, che “nutre” anche cuore e cervello.
Un infuso di tulsi ti assicura la dose giornaliera di vitamina K.

Abbiamo selezionato per te alcuni eventi selezionati per te da RIZA che hanno al centro il benessere dal verde.

Andar per giardini

Nel mese di maggio, ecco alcuni eventi da non perdere per immergersi nel mondo del verde e acquistare i nostri “amuleti vegetali”, da coltivare a casa.

  • 11-12-13 maggio torna ai Giardini Indro Montanelli di Milano la mostra mercato Orticola (www.orticola.org). Il tema della XXIII edizione è “Al piacer mio”, perché a tutti i vivaisti è stato chiesto di presentare le piante che, a loro parere, sono le più belle, insolite, rare e interessanti da coltivare. Fra erbe aromatiche, frutti dimenticati e antiche qualità di fiori, si possono anche acquistare vasi, piccoli attrezzi e oggetti decorativi unici, artigianali e vintage;
  • Dal 18 al 20 maggio nei giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, progettato da Renzo Piano, c’è il Festival del verde e del paesaggio (via Pietro de Coubertin 30, www.festivaldelverdeedelpaesaggio.it): una ricca tre giorni per scoprire le novità dei giardini urbani da terrazzo o davanzale, da tetto o da muro, grandi o piccoli, all’ombra o al sole, per frequentare laboratori di giardinaggio e per incontrare paesaggisti, garden designer e vivaisti;
  • Dal 25 al 27 maggio sarà la volta di Flor 18 Primavera a Torino (via Carlo Alberto: www.orticolapiemonte.it): più di cento espositori trasformeranno il centro città in un enorme giardino urbano, e presenteranno le novità per abbellire anche balconi e piccoli angoli di verde domestico.
APPROFONDISCI
RIZA AntiAge
CONSIGLIATO PER TE
Gli antiage più efficaci

Le sostanze naturali che eliminano i radicali liberi e ringiovaniscono le cellule e i tessuti

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come vivi le tue paure?