Ripulisci la mente, il cervello rifiorisce

Se la magia, il mistero, l’insolito scompaiono dalla vita, tutto diventa banale e si aprono le porte dei disagi: per uscirne, devi ritrovare la tua unicità

Io e tutti i professionisti che collaborano ogni mese alla stesura dei nuovi numeri di Riza Psicosomatica siamo profondamente convinti di un fatto: la salute e la gioia di vivere arrivano solo se si attiva in noi un cambio di mentalità, se cominciamo ad approcciarci al mondo in modo diverso dal solito. Lo stesso deve accadere per mandare via i disagi come l’ansia, la depressione, il panico.

Per spiegare che cosa intendo e come farlo, inizio dal nostro rapporto con gli oggetti. Siano oggetti d’uso quotidiano o preziosi monili, poco importa. Siano penne, gioielli, vestiti, quadri, scrivanie, fa lo stesso: parlo di tutte le cose con le quali sentiamo un affinità. Nell’editoriale del numero di Riza Psicosomatica di questo mese cito l’esempio di una signora che perde un oggetto a lei molto caro, una collana, regalatale dal suo grande amore…

C’è ancora magia nella tua vita?

Carl Gustav Jung, il grande psicoterapeuta svizzero affermava che quando perdiamo o ci rubano oggetti cui siamo molto legati, sentiamo un dolore profondo, come se con la scomparsa di quella cosa se ne andasse anche qualcos'altro, qualcosa di profondamente nostro. Si tratta di un pensiero che allude alla magia (che non ha nulla a che vedere con cartomanti e truffatori d’ogni risma), che nel mondo moderno è quasi scomparsa. Rimane nei bambini fino a che “vivono” nel mondo delle fiabe, ma fra gli adulti non c’è più. Così non vediamo negli uomini o nelle donne che incontriamo il dio o la dea che “li abita”, com'era consuetudine nel mondo antico: l’unica fase che ancora contiene magia è l’innamoramento, tutto il resto è routine.

Ripulire la mente significa ricordarsi invece che la magia in noi è sempre presente, che qualcosa in noi fiorisce in ogni istante...

Fai spazio allo sconosciuto che ti abita

Durante i gruppi che conduco ogni giovedì presso il Centro Riza di medicina naturale e dalle numerose e mail che arrivano ogni giorno in redazione, si evince una cosa: le persone credono di conoscersi e di sapere di conseguenza i motivi del loro malessere. In tal modo rimangono ingabbiate nelle identificazioni della superficie e non smettono mai di soffrire. "Io sono timido, (o troppo aggressivo) e non va bene: devo cambiare, non ci riesco e soffro"... Ma tu non sei solo timido o aggressivo, sei anche molto altro!

C’è qualcosa di te che ancora non conosci, un'energia misteriosa che incessantemente "ti crea”. Non importa chi credi di essere, conta il rapporto con quella sorgente inesauribile che ti anima, con lo sconosciuto in te...

Non devi assomigliare a nessuno

I disturbi se ne vanno quando usciamo dalla routine, quanto ritroviamo la nostra unicità, quando torniamo a giocare, a desiderare… Sul numero di Riza psicosomatica in edicola troverete tanti esercizi pratici utili a comprendere che cosa occorre fare per raggiungere questo stato psichico e ritrovare senza fatica salute, benessere e gioia di vivere.

Goethe affermava che mentre sorge il sole, una gioia misteriosa si diffonde dentro di noi, purché ci allontaniamo dall’idea che la nostra vita e dunque la nostra realizzazione dipenda dagli altri: i padroni del nostro destino siamo solo noi. Buona lettura!

APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Rigenera il cervello
Rigenera il cervello

Gli atteggiamenti mentali, le abitudini di vita, i rimedi naturali e i cibi che stimolano le capacità cerebrali, la memoria e la lucidità

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?