Tu
Brutti sogni: cosa li scatena?

Da sempre i brutti sogni sono un grande mistero: a volte nascono da ricordi del passato, in altri casi ci segnalano che siamo un po' troppo stressati..

I dati di una recente indagine evidenziano che una percentuale tra il 2 e l’8% della popolazione adulta soffre di incubi notturni frequenti e costanti, spesso ripetitivi. Ma che cosa sono i brutti sogni e per quale ragione ci lasciano, al nostro risveglio, una spiacevole sensazione di timore misto a inquietudine?

I brutti sogni sono sempre realistici

Gli incubi sono in genere sogni particolarmente vividi, che si sviluppano in fase di sonno profondo, quando avviene anche la maggior parte dei sogni, la cosiddetta fase REM (dall'inglese rapid eye movement, poiché in questa fase senza accorgercene tendiamo a muovere rapidamente gli occhi), che s'intensifica nella seconda parte della notte ma può protrarsi fino al mattino, momento in cui gli incubi talvolta si fanno più fitti. Non è escluso, inoltre, che i brutti sogni si possano ripetere più volte durante la notte, ripresentando il medesimo tema.

Alcuni brutti sogni riguardano tutti

L’oggetto dell’incubo varia da persona a persona e alcune tematiche sono tanto comuni da interessare la maggior parte delle persone. Altri, invece, riguardano quel particolare sognatore e, nello specifico, le sue esperienze passate che possono ritornare in sogno nelle prime ore dopo l'addormentamento. Una corsa lunghissima per sfuggire a un pericolo, una caduta dall’alto di un palazzo, un incidente d’auto, un’aggressione da parte di uno sconosciuto sono alcuni tra i temi che portano spesso  a svegliarsi all’improvviso sudati e con il battito del cuore accelerato.

Stress e preoccupazioni stimolano i brutti sogni

Al di là del significato psicologico che riveste per ciascuno di noi quello specifico incubo, secondo l’American Sleep Association possono essere individuati alcuni fattori legati allo stile di vita, che contribuiscono ad accentuate la frequenza degli incubi. In particolare, la tensione e l’ansia accumulate durante il giorno possono avere ripercussioni anche sui sogni. Come conferma Antti Revonsuo, docente di Scienze cognitive all’Università di Skoevde, in Svezia, l’attività onirica trae principale “spunto” dalle preoccupazioni quotidiane ma con una funzione molto importante: gli incubi riproducono in sogno situazioni particolarmente difficili che già abbiamo affrontato o che potrebbero verificarsi nella vita per “allenarci” a sviluppare una strategia per reagire e risolvere il problema. Domani continueremo questo viaggio alla scoperta dei brutti sogni e dei fattori che ne favoriscono la comparsa.

APPROFONDISCI
Il linguaggio segreto degli incubi
Non dobbiamo avere paura dei brutti sogni
CONSIGLIATO PER TE
Il linguaggio segreto degli incubi
Non dobbiamo avere paura dei brutti sogni
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?