Stress: riconoscere i sintomi, trovare le soluzioni
Stress

Stress: riconoscere i sintomi, trovare le soluzioni

Pensiamo tutti di essere sempre sotto stress, ma esistono precisi sintomi che devono comparire per un certo periodo di tempo per affermarlo con certezza: eccoli

Dottore sono stressato, mi dia qualcosa”. Se un medico di base dovesse rispondere a un questionario sulla frequenza delle richieste che gli vengono poste dai pazienti, non abbiamo dubbi che questa sarebbe tra le prime. Del resto, siamo tutti convinti di vivere in un’epoca caratterizzata dallo stress. Non solo: oggi sappiamo anche che lo stress è una concausa di molte patologie, anche gravi. Lo stress influisce sul sistema immunitario inibendone il funzionamento, fa digerire male, causa insonnia e vi sono correlazioni clinicamente accertate fra lo stress e il cancro o fra lo stress e le patologie cardiache. Insomma, lo stress preoccupa, e non poco.

Lo stress degli antichi, naturale e sporadico

Siamo però sicuri di vivere nell’epoca più stressante della storia? O che lo stile di vita occidentale, i ritmi frenetici delle metropoli, i mille impegni quotidiani siano alla base di quel modo di vivere perennemente in affanno al quale tutti attribuiamo la nostra dose stress? Un fatto è certo: mai l’uomo è stato completamente libero da questo meccanismo di allerta (lo stress fisiologicamente è un sistema d'allarme e di difesa), che per fortuna lo mantiene vigile di fronte alle situazioni di pericolo, reale o presunto. Un uomo del paleolitico che doveva difendersi dalle belve feroci, trovare ripari improvvisati, procurarsi cibo non sempre facile da trovare: non era forse sottoposto alla sua buona dose di stress? Un navigante antico che partiva con una nave di legno, ben sapendo dei pericoli che il mare aperto riservava, non poteva soffrire di stress? Le continue guerre del passato non agitavano chi doveva partire per i campi di battaglia o chi rimaneva nell'angoscia di non vedere più tornare un marito, un padre, un figlio? L'elenco potrebbe continuare molto a lungo...

Quello odierno, mentale e cronico

In un certo senso, condizioni di stress, occasioni di stress, situazioni di stress ci sono sempre state; la differenza sostanziale riguarda il fatto che oggi quello di cui soffriamo è uno stress molto più mentale rispetto a quelli che pativano i nostri antenati ed è per questo che facilmente diventa cronico. Non è la modernità ad aver inventato lo stress, ma è la razionalità imperante ad avene fatto una caratteristica peculiare del vivere contemporaneo, fino a trasformarlo quasi in una moda, un obbligo sociale: se non hai un po' di sintomi dello stress, vuol dire che non sei "abbastanza sul pezzo", non sei in pista a correre dietro ai miti moderni dell'efficienza e del successo a ogni costo.

Un po' tutti enfatizziamo il nostro essere stressati, quando magari siamo solo un po' sotto pressione e non lo siamo proprio in ogni momento della vita. Lamentarsi di soffrirne è quindi una condizione a cui si ricorre con facilità, a volte per sgravarci da compiti che non desideriamo fare, a volte per giustificare mancanze, persino per sentirsi parte del branco "stressato". Proprio per questo, prima di essere certi di soffrirne, è bene conoscere quali siano i sintomi "clinici" dello stress, la cui compresenza è l'unico fattore che giustifica l'uso medico o psicologico del termine e la prescrizione di cure, psicoterapiche o (solo nei casi davvero gravi) farmacologiche.

LEGGI ANCHESai che anche lo stress è contagioso?

I sintomi dello stress

Possiamo distinguere i sintomi dello stress in tre grandi categorie: emotivi, fisici e cognitivi.

Sintomi emotivi dello stress

Sintomi fisici dello stress

  • Stanchezza cronica
  • Frequenti emicranie
  • Insonnia
  • Bruxismo
  • Secchezza della bocca
  • Infezioni e patologie da raffreddamento frequenti
  • Occhi spesso stanchi
  • Tachicardie
  • Sudorazione eccessiva
  • Difficoltà di deglutizione
  • Tensioni e dolori muscolari

Sintomi cognitivi dello stress

  • Pensieri negativi ricorrenti
  • Dimenticanze frequenti
  • Scarsa concentrazione
  • Problemi di appetito (ipo o iperfagia)
  • Abuso di sostanze (alcool, tabacco, sostanze stupefacenti)
  • Tendenza alla procrastinazione

Naturalmente non occorre averli tutti per essere stressati, ma se ci riconosciamo solo in qualcuno di questi sintomi o se ci rendiamo conto che ci capita sporadicamente, allora forse l'autodiagnosi di "persona superstressata" non fa al caso nostro. In caso contrario, una visita dal medico ed eventualmente un consulto psicologico potrebbero essere utili.

APPROFONDISCI
Vincere lo stress
Vincere lo stress
CONSIGLIATO PER TE
Riza Dossier: Come superare lo stress
Riza Dossier: Come superare lo stress

Vivere felici 10 anni in più

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?