Invidia: trasformala nella tua alleata più preziosa
L'aiuto pratico

Invidia: trasformala nella tua alleata più preziosa

L’invidia è un sentimento che tutti provano, anche quando lo negano, e in forma moderata serve a ricordarci che nella nostra vita manca qualcosa…

In superficie, l'invidia è un sentimento “negativo” che si prova rispetto a qualità, proprietà e fortune godute da un'altra persona. Tutti, chi più e chi meno, nel corso della vita hanno provato invidia, anche se non tutti lo ammettono. C’è chi la sente per la ricchezza o la salute altrui, chi invidia il fascino, l’intelligenza, la bellezza, il carisma o ancora le capacità che ritiene di vedere negli altri; da ciò si evince che non si prova mai invidia per una cosa ma sempre per una persona che possiede quella determinata cosa.

L’invida ti costringe ad occuparti di te

Una moderata dose d’invidia è normale e comprensibile, e può anche essere utile. Tuttavia quando l’invidia diventa qualcosa di simile a un tarlo che rode quotidianamente dall’interno, allora si è in presenza di un problema rilevante sotto l’aspetto psicologico e che a volte richiede l’intervento di un psicoterapeuta, pena patire ogni giorno sentimenti negativi di rabbia e di frustrazione che eliminano in partenza qualunque tentativo di godere quel che abbiamo, avvelenando anche la vita di chi convive con noi. Chi invidia molto, infatti, anzitutto disprezza ciò che ha, il che si traduce in sofferenza quotidiana. Invece chi è moderatamente invidioso deve avere chiaro che questo sentimento è come un cicalino che suona a intermittenza: avverte che la propria anima non è contenta e ha bisogno di essere presa in considerazione. Infatti la felicità è data non dall’avere quello che non abbiamo ma dall’essere coscienti e sazi di quello che già si ha…

L’invidia ti ricorda chi sei veramente

Magari nel nostro passato un’ispirazione non ha trovato seguito, non abbiamo dato retta a un’intuizione, abbiamo deciso di non coltivare un affetto, un amore.Tutto ciò produce un vuoto, una mancanza che si riverbera nella vita quotidiana: ecco che l’invidia ci ricorda che, in futuro, sarà meglio non commettere simili errori….  L’Anima (intesa in senso laico e junghiano) fa dunque il possibile per portarci là dove le nostre caratteristiche innate ci porterebbero e qualunque interruzione o deviazione da questo percorso individuale provoca una sua reazione, a volte molto intensa. Se si cerca l’amore e si invidia chi ce l’ha vuol dire che abbiamo trascurato dentro di noi un aspetto che, se coltivato, ci avrebbe senz’altro consentito di trovarlo. Se invidiamo la ricchezza e il potere di qualcuno vorrà dire che abbiamo dimenticato quanto di prezioso c’è in noi e che, non trovandolo adeguato, l’abbiamo erroneamente represso. Al di là di questo, gli altri non esistono e la loro apparenza inganna sempre: dietro la bellezza si può nascondere la solitudine o l’incapacità ad amare, dietro la ricchezza a volte si celano infelicità, rabbia e avidità...

Diventa quel che già sei

Per non invidiare ciò che è solo illusione c’è un’unica strada: scegliere di non voler diventare nient’altro che quel che si è, ammettere e perdonare i nostri difetti, guardando con un po’ di ironia i nostri desideri che, non di rado, non sono veramente nostri ma piuttosto imposti dai miti superficiali della società e del tempo che ci capita di vivere. Se siamo persone sensibili faremmo un torto a noi stessi invidiando persone superficiali, prepotenti o ciniche: quello che si è, si è. Tentando di mostrarci come non siamo faremo allontanare chi è disposto ad avvicinarci e a stringere un legame affettivo.

Se ci piacciono la terra e le piante è inutile e controproducente voler essere un dentista o un geometra; piuttosto, serve seguire questo nostro aspetto “bucolico”. L’invidia ci racconta dunque le nostre mancanze e le nostre assenze: per avere una vita psicologicamente soddisfacente occorre guardarsi dentro e, dalle immagini che si presentano alla nostra mente, imparare a dare voce e ascolto alle nostre istanze trascurate. Mai inseguire direttamente quello che ci detta l’invidia, perché non esistono vere ragioni per invidiare qualcuno: ognuno ha le sue specificità e a ognuno spetta l’obbligo si svilupparle e di valorizzarle.

TAG
ARRABBIARSI
FRUSTRAZIONE
INVIDIA
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Ritrova la tua unicità
Ritrova la tua unicità

Solo così puoi essere felice

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?