Coppia e amore
E se "l'altra" fossi io?

Poche volte si pensa alla condizione dell’amante, che spesso dura per anni: se coronare il sogno d’amore è impossibile, ecco come evitare sofferenze inutili

Anche se al giorno d’oggi ci sono molti meno tabù verso le relazioni extraconiugali, il ruolo dell’amante è ancora carico di pregiudizi e stereotipi. Da un lato l’amante, uomo o donna che sia, è visto come un “rovina famiglie”, un arrampicatore sociale egoista che non vuole prendersi impegni a lungo termine. La versione complementare è invece quella dell’amante triste e amareggiato, l’eterno secondo, che desidera coronare il suo sogno di stabilità e non ci riesce mai. Ma quella dell’amante in certi casi può anche essere una scelta consapevole che non intacca per forza l’autostima del soggetto, oppure più semplicemente un’esperienza di un periodo specifico della vita che può e deve essere vissuta senza eccessive ansie. Se ti capita di vestire i panni “dell’altro/a” coi vantaggi e gli svantaggi che ne derivano, ecco alcuni consigli per aiutarti vivere questa esperienza al meglio, senza illusioni né aspettative...

 Leggi anche: in amore non credere alle favole

Gli errori da evitare

Non vivere nell’attesa che ti chiami. Lascia al partner lo stress di incastrare tutti gli impegni per poterti incontrare. Tu puoi vivere con molta più tranquillità. Non rimandare quindi altri impegni importanti in attesa di una sua chiamata che potrebbe non arrivare a causa dei soliti imprevisti. Tu hai la tua libertà e te la puoi gestire con leggerezza.

Non comportarti da seconda moglie o secondo marito. Se ha scelto di stare con te è perché tu rappresenti un’oasi di spensieratezza, lontana dalla quotidianità. Se fai la seconda moglie o il secondo marito “raffreddi” l’intesa col rischio che il partner si stanchi di te.

Non vivere di illusioni sul vostro futuro. Chi lascia la famiglia per un amante spesso lo fa all’inizio della relazione extraconiugale perché già le cose in famiglia non funzionavano. Se così non è, resta coi piedi per terra e non credere a tutte le promesse sul domani: la tua relazione è nel qui e ora. Questo è quello che hai e se non ti basta, sei libera/o di volare via. 

Le regole da seguire

Prendi il meglio del tuo partner. Ci sono relazioni extraconiugali che continuano per anni proprio grazie al fatto che i due amanti, potendosi vedere saltuariamente, mettono in campo con l’altro solo i propri lati migliori. Fare i “fidanzatini” di nascosto ti mette di fronte a nuove risorse che hai dentro di te: fantasia, capacità di sedurre, imprevedibilità, mistero. Tutti aspetti di te che magari in una coppia “ufficiale” non usi per abitudine o per vergogna.

Tieni segreta la vostra relazione. Raccontare della tua relazione ad amici e parenti può dare inizio a un’interminabile giostra di consigli, suggerimenti e giudizi che piovono su di te condizionando il tuo modo di vivere la storia o, peggio, spingendoti a mettere in campo col partner comportamenti che non sono “farina del tuo sacco”. Col segreto, anche per te, la relazione resta un’oasi incontaminata.

Goditi l’assenza di responsabilità. Il ruolo di amante non comporta soltanto precarietà nel rapporto e incertezza, ma anche l’essere svincolati dalle responsabilità di un rapporto “ufficiale”: le cene di rappresentanza, gli incontri obbligatori coi parenti, le piccole noie della vita quotidiana. L’unica responsabilità che devi avere in questi casi è verso di te...

APPROFONDISCI
Mai più vittima
Come scegliere l'uomo giusto ed evitare quelli sbagliati
CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?