Coppia e amore
Se l'eros si eclissa i sintomi si scatenano

La mancata espressione della sessualità induce l’energia vitale a cercare sbocchi alternativi: nervosismo, narcisismo, perfezionismo, disturbi psicosomatici

Chi si rivolge ad uno psicoterapeuta, pur ricostruendo in maniera dettagliata problemi legati ai diversi aspetti dell’esistenza -  partner, figli, carriera, lavoro - omette spesso di dare informazioni sulla propria vita sessuale. L’aspetto paradossale è che, in molti casi, le omissioni sul sesso non derivano da un tabù ma da una sottovalutazione delle questioni connesse alla sua espressione. Le sedute passano e l’argomento rimane intoccato tanto che, quando il terapeuta ne chiede conto, gli interessati glissano o banalizzano il problema: "Non è quello il punto", "non ne sento il bisogno", "sì, lo facciamo ogni tanto". E poi si scopre che “ogni tanto” corrisponde a meno di una o due volte al mese. Risposte che rivelano un’inconsapevolezza dell’importanza che riveste la sessualità per l’equilibrio psicofisico dei singoli e della coppia e delle conseguenze che comporta trascurare questo aspetto.

Il sesso ostentato non è la soluzione

Al giorno d’oggi, l’eccesso di esibizionismo nella sfera sessuale trova come contropartita una sostanziale rimozione dello stesso. Dati alla mano, in Italia una donna su tre non ha una vita sessuale regolare e molti uomini sublimano l’eros con la carriera professionale o con l’attività sportiva. In un’epoca in cui la sessualità si è finalmente affrancata dai moralismi del passato e le tematiche erotiche impregnano di sé la maggior parte dei messaggi veicolati dai mass media, soddisfazione e qualità relative a questo aspetto colano a picco senza che la cosa venga messa in connessione con i malesseri vissuti. Potremmo dire che l’eccesso di input sessuali e i tanti surrogati offerti dalla civiltà tecnologica – un esempio su tutti, le chat erotiche– siano direttamente connessi ad un disagio diffuso e, in molti casi, sommerso. D’altra parte, la carica sessuale adeguatamente vissuta accende la mente e rigenera il corpo, liberando energie da dedicare ad altri scopi. Ecco perché chi sperimenta un eros davvero appagante non sente il bisogno di ostentate le proprie performance; al contrario, le protegge, godendone in pieno per poi passare ad altro.

Quando il sesso si spegne, si accendono i problemi 

Come accennato sopra, trascurare di considerare le conseguenze legate a un intorpidimento sessuale può dare seguito ad una serie di disturbi psicofisici, alcuni estemporanei, altri ricorrenti o persino cronici. Infatti, la libido sessuale a lungo accumulata non si limita a sparire ma scivola in profondità nel corpo per trovare canali espressivi alternativi e, proprio per questo, innaturali oltre che molto fastidiosi. È da questa accettazione passiva, quasi fatalistica, che nascono tanti sintomi e alterazioni comportamentali ritenute inspiegabili persino dagli specialisti. Tra i principali disturbi troviamo: nervosismo eccessivo, tensione muscolare, herpes labiale e genitale spesso recidivo, cistiti resistenti agli antibiotici, rabbia esplosiva, ipertensione arteriosa, gastrite, colite, dermatite, stanchezza persistente, crisi d’ansia e cefalea. Per non contare i danni derivanti dai comportamenti psicologici che mirano a ribilanciare l’assenza di eros: perfezionismo eccessivo, narcisismo imperante, dedizione a sport ed esperienze estreme. Insomma, la sessualità compressa altera la salute e la qualità della vita; ecco perché diventa cruciale tornare a dare spazio al proprio desiderio. Con chi o come farlo sono aspetti secondari, ciò che conta davvero è ritrovare il contatto con la libido inespressa. A beneficiarne non sarà soltanto la sfera sessuale ma ogni aspetto della vita e la nostra stessa anima, legata ai nuclei più profondi della personalità.

APPROFONDISCI
Il formidabile zafferano

È la sostanza naturale più ricca di antiossidanti, salva il cervello e la circolazione

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?