Parla poco di te e diventi più sicuro
Comunicazione

Parla poco di te e diventi più sicuro

Se vuoi far conoscere tutto di te, risulterai noioso e infastidirai chi ti ascolta; il rimedio è dire di sé solo il necessario

Chi parla troppo di sé rischia il ridicolo

Si parla tanto della necessità di una maggiore tutela della privacy, e poi spesso siamo proprio noi a infrangere la nostra sfera privata. Non si tratta di logorrea ma del "parlare troppo di sé", in ogni occasione, tipico di persone che proprio non ce la fanno ad arginare il bisogno di far sapere all'altro, chiunque sia, qualcosa della propria vita. Basta una fugace conversazione lavorativa per rivelare un dettaglio della propria salute, una coda dal panettiere per rendere pubblica la laurea di un figlio, o ancora, una serata con gli amici per mettere in piazza tutti i più recenti fatti personali.

LEGGI ANCHEPer parlare bene con gli altri inizia da te stesso

In tal modo la propria privacy viene dissipata come se non contasse nulla, offrendo a un qualsiasi interlocutore tutta una serie di dati su di noi che possono renderci la vita difficile: l'altro, anche senza volerlo, si fa un'idea, costruisce dei pregiudizi, acquisisce un potere. Se ad esempio abbiamo detto a tutti che abbiamo un piccolo problema di salute, poi ci sentiremo chiedere da tutti come stiamo, e dovremo ripetere le stesse cose cento volte, ricevendo cento consigli diversi sul da farsi ed entrando in confusione. Inoltre questo atteggiamento fa perdere mistero: l'altro pensa di conoscerci, noi stessi ci sentiamo meno ricchi di sorprese e di significati, perché li abbiamo già svenduti senza valorizzarli.

E se agli altri il nostro gran parlare di noi non interessasse?

Spesso non consideriamo che a chi abbiamo davanti, ancor più se non è intimo, può non interessare sapere tutte queste cose di noi: lo annoiamo, risultiamo egocentrici e ridicoli, non lo ascoltiamo, gli togliamo spazio nella conversazione. Serve perciò una decisa inversione di rotta: uscire da questo egocentrismo smodato e mascherato da confidenzialità, e disporsi all'ascolto dell'altro, a interessarsi a ciò che ha da dire; parlare poco di sé, scegliendo ciò che è necessario far sapere, e che cosa può realmente interessare chi ci ascolta; sviluppare un maggiore senso della privacy, rispettando la necessaria segretezza dei cosiddetti "fatti propri". Vivere bene questo aspetto della comunicazione eviterà malintesi, frustrazioni, figuracce e migliorerà la qualità della nostra vita mentale.

TAG
COMUNICAZIONE
PARLARE
DI
NOIA
APPROFONDISCI
Il linguaggio segreto dell'eros
Il linguaggio segreto dell'eros
Ritrovare il piacere e l'armonia sessuale senza dover ricorrere ai farmaci
CONSIGLIATO PER TE
La guida pratica per comunicare bene
La guida pratica per comunicare bene

Come usare il linguaggio verbale e quello del corpo per farsi capire e per migliorare i rapporti con gli altri

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?