Denti più sani coi rimedi naturali
Salute

Denti più sani coi rimedi naturali

Rinforziamo smalto e gengive dei bambini con fiorim granuli e minerali che combattono batteri carie e infiammazioni ai denti

I denti dei bambini vanno protetti fin da subito, anche perché la buona salute dei denti da latte influenzerà quella dei definitivi. Sarebbe meglio cominciare fin dai primi dentini il rito dell’igiene orale: dopo la pappa possiamo lavarli con una garzina imbevuta in acqua e bicarbonato, per abituare nostro figlio al gesto di pulirli dopo aver mangiato. Sarebbe comunque importante evitare di dare cibi dolci al bambino prima del sonno serale, in particolare evitare il ciuccio intinto nel miele. Quando il sorriso è completo, arriva anche il momento del primo spazzolino da denti, da usare due volte al giorno, all’inizio anche senza dentifricio e massaggiando dolcemente i denti per non fare soffrire lo smalto. E se compaiono fastidi o le prime carie, ci sono i rimedi naturali ad hoc!

Le vitamine giuste regalano un bel sorriso!

L’integrazione di vitamina D è consigliata ai bambini fino al primo anno di vita, poiché l’organismo non è in grado di produrla da solo, ma andrebbe proseguita anche oltre, fino al terzo anno per chi vive in città. La vitamina D svolge diverse funzioni fra cui le più importanti sono favorire l’assorbimento del calcio, stimolare la chiusura della fontanella e contribuire a una dentizione sana. D’estate in genere si sospende l’assunzione. Infatti, i bambini possono beneficiare di una preziosa vitamina naturale, il sole, che attiva la vitamina D, attraverso la pelle. Il fluoro serve a proteggere lo smalto dei denti dalla carie: l’integrazione di 1 mg di fluoro è consigliata fin dalla gestazione e successivamente si può somministrare al bambino per tutto il periodo della dentizione. Attenzione però, perché il fluoro in eccesso non viene smaltito e si accumula nell’organismo; l’integrazione di fluoro ha senso solo a dosi minime, sotto il controllo del dentista, per sostenere lo sviluppo dei germi dei denti definitivi che avviene fino a 3-4 anni di vita. Per farne scorta, sono ottime anche le fonti alimentari: come il tè, il più ricco in assoluto di questo minerale, ma anche pesce, gamberetti, latte, formaggio, carne, pane di segale, patate, carote e spinaci lessi.

Combattere il fastidio dei primi dentini

La comparsa del primo dentino può avvenire in silenzio e di sorpresa, senza particolari problemi, in altri casi può essere causa di dolore, talora accompagnato a irrequietezza, diarrea e arrossamenti dovuti alle feci acide. Ecco i rimedi naturali giusti per casi simili

Camomilla e belladonna anti dolore

Per lenire il dolore alle gengive, è utile Chamomilla, che ha un’azione analgesica e rilassante: 5 granuli da sciogliere in mezzo bicchiere di acqua 2 volte al giorno, o 2 fiale al giorno o ancora 2 suppostine al dì, meglio se prima del sonnellino pomeridiano e della nanna serale. In commercio si trova anche un composto omeopatico utile per le gengive gonfie, che abbina Chamomilla, Ferrum phosphoricum e Belladonna. Si trova in flaconcini monodose da versare in bocca al bambino 2 volte al dì, pomeriggio e sera, per cicli di 7-10 giorni.

Se deve mettere l’apparecchio, usa Aloe per disinfiammare

I moderni apparecchi mobili che vengono messi ai bambini non causano dolore, al massimo un po’ di indolenzimento ai denti. L’unico problema possono essere piccole afte della mucosa nei primi giorni di uso. In questo caso delle toccature con l’aloe vera gel sono disinfiammanti. Oppure si può usare l’estratto idro enzimatico di aloe che è privo di alcol e si può mettere direttamente sulle gengive.

Arnica se sente indolenzimento

Se il bambino deve mettere l’apparecchio fisso ed è molto sensibile al dolore è utile Arnica compositum in compresse, 3 al giorno da succhiare lontano dai pasti. Anche se la cura migliore è mettere i denti in funzione, cioè mangiarci sopra: masticando si riattiva la circolazione e il dolore si attenua.

Arnica ed equiseto per prevenire e curare la carie

È falso pensare che i denti da latte possono cariarsi perché tanto poi si cambiano. In realtà anche la carie di un dente da latte va curata perché non si trasmetta al dente definitivo o vi sia la necessità di toglierlo, lasciando uno spazio che porterà a una crescita disarmonica dei denti futuri. Per questo dai 3 anni di età si consiglia al bambino una visita annuale dal dentista. Esistono diversi rimedi per ridurre il fastidio di una carie e prevenirne la comparsa.

Con l’equiseto allontani il “pericolo”

La fitoterapia consiglia, come prevenzione contro la carie, Equisetum arvense nebulizzato, una capsula 2 volte al dì per cicli di 20 giorni al mese.

Nux vomica e Arnica spengono il dolore

Come analgesici dopo la seduta dal dentista: Arnica 30 CH e Staphysagria 30 CH in gocce, 5 gocce ogni 2 ore fino a miglioramento. Si associano all’olio di chiodi di garofano (strofinare una goccia su dente e gengiva). Nux vomica 30 CH si usa se perdurano gli effetti dell’anestesia: 5 granuli 2 volte al dì per 2-3 giorni.

TAG
DENTI
BAMBINI
CARIE
INFIAMMAZIONI
OMEOPATIA
MINERALI
FIORI DI BACH
APPROFONDISCI
Argento, Echinacea e tutti i migliori rimedi naturali
Argento, Echinacea e tutti i migliori rimedi naturali

I rimedi efficaci contro virus e batteri

CONSIGLIATO PER TE
Il dizionario dei minerali
Il dizionario dei minerali

Ecco quelli più utili per la tua salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?