Mangiare sano
Ravanelli, gli ortaggi rilassanti di aprile

I ravanelli sono radici molto ricche di vitamine e sali minerali: puoi aggiungerli alle insalate ma sono perfetti anche per preparare succhi salutari

È in arrivo la stagione dei ravanelli, ortaggi dal colore rosso acceso che abbelliscono le nostre insalate e le impreziosiscono dal punto di vista salutare. I ravanelli, sono radici dalla forma rotonda e dal gusto un po' piccante: i primi, che crescono a inizio primavera, sono quelli più ricchi di principi attivi. I ravanelli, appartengono alla stessa famiglia di cavoli, senape e rucola, contengono pochissime calorie ma sono "carichi" di preziosi micronutrienti come la vitamina B9 e il magnesio, che hanno un effetto rilassante e aiutano a tenere a bada la fame nervosa. In più ravanelli hanno un’azione antispasmodica che rilassa il sistema nervoso centrale e attenua l’ansia.

Leggi anche: i ravanelli spazzano via le ultime tossine dell'inverno

Abbina i ravanelli con piatti proteici

Il modo più semplice di portare in tavola i ravanelli è in insalata, ma l'abbinamento perfetto è con cibi proteici, che verranno digeriti meglio grazie all’azione dei ravanelli, evitando così fermentazioni addominali. Mentre da noi i ravanelli si mangiano prevalentemente crudi, nella cucina asiatica vengono usati anche cotti,  lessati e aggiunti a zuppe a base di miso e alghe. Dei ravanelli sono commestibili anche i germogli, ricchissimi di vitamine.

Il succo dei ravanelli è ricco di vitamine e minerali

I ravanelli possono essere gustati anche in succo, un vero e proprio integratore di vitamine e sali minerali, dall'effetto depurativo soprattutto sul fegato. Prepara una centrifuga di ravanelli, spinaci, mela, sedano, ananas, carote, broccoletti, e aggiungi a piacere un frutto di stagione per una merenda sana, fresca e dissetante.

Puoi coltivarli anche sul tuo balcone

Puoi coltivare i ravanelli sul terrazzo, utilizzando preferibilmente sementi biologiche o biodinamiche. Le piantine vanno collocate a 15 cm di distanza l’una dall’altra. Germogliano in 4-5 giorni e nel giro di poche settimane i rapanelli sono pronti. Se si sceglie di piantarli in vasetto basterà un seme per vaso. Si possono ottenere anche a partire dai semi: si lasciano questi ultimi in ammollo per 6-8 ore, quindi si sistemano nel germogliatore e, dopo circa una settimana, bagnando 2 volte al giorno, i ravanelli saranno sono pronti da mangiare.

APPROFONDISCI
Insalate ricche di minerali e vitamine

I semi oleosi, i vegetali e le spezie che rigenerano l’organismo e ti fanno dimagrire subito

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?