Cibo
L'anguria disintossica il sangue

L'anguria è ricchissima di acqua e quindi mentre ti disseta è in grado di disintossicare il sangue e depurare tutto l’organismo dalle scorie in eccesso

L’anguria è il frutto simbolo dell’estate: è ricchissima d'acqua (ne contiene il 95%!), vitamina A e fruttosio e può essere paragonata a una “bevanda energetica solida”, ottima contro sete e calura estiva. Nonostante il gusto dolce, l’anguria ha pochi zuccheri (una tazza apporta circa 9 grammi di zucchero) ed è in grado di disintossicare il sangue e depurare l’organismo, grazie alla ricchezza di potassio e di acqua che diluisce il potere glicemico del frutto. Forse non tutti sanno che, il giorno dopo una cena ipercalorica si può mangiare solo anguria, fino a 2 kg! Le sue fibre, nello stomaco, si comportano come un “palloncino naturale”: assorbono l’acqua e saziano. Per questo l’anguria è anche un frutto dimagrante. Il termine anguria (dal greco antico angùrion, che vuol dire cetriolo), indica il frutto e la pianta, che appartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae. Pare che in passato l’anguria, con i suoi 10-12 litri di acqua biologica per frutto, abbia protetto la salute dei contadini del Sud che, in estate, consumandola nei campi, potevano dissetarsi senza bere l’acqua inquinata dei pozzi di cisterna, uniche fonti idriche nei periodi di siccità. Era quindi un autentico “salva-vita”.

Leggi anche: anguria, elisir di lunga vita

L'anguria disattiva le infiammazioni

Il colore dell’anguria è dovuto alla presenza del licopene, un carotenoide ormai riconosciuto tra le più importanti sostanze antitumorali, antiossidanti, in grado di inibire la produzione di molecole ed enzimi pro-infiammatori. Inoltre la polpa è ricca di cucurbitacina, una sostanza che inibisce l’azione del monossido di azoto (molecola del metabolismo “intermedio”), sostanza che fa aumentare la reattività infiammatoria. In Brasile la radice della pianta si usa per trattare le malattie reumatiche.

L'anguria combatte l'ipertensione

L'anguria contiene poi una sostanza dal nome spiritoso, la “citrullina”, un aminoacido che favorisce l’elasticità delle arterie e migliora gli scambi di ossigeno a livello cellulare, con effetti benefici sulla pressione. Uno studio eseguito presso la Florida State University, ha scoperto che, somministrando a un gruppo di donne 6 grammi di estratto di citrullina per un mese e mezzo, si ottiene un miglioramento della funzionalità delle arterie e un abbassamento della pressione.

Perfetta prima e dopo l'esercizio fisico

Secondo uno studio condotto da ricercatori dell’Università Sorbona di Parigi e pubblicato sul Journal of Nutrition, l’anguria è capace di rallentare il processo d’invecchiamento che riduce la massa muscolare. Normalmente, l’avanzare dell’età riduce nel corpo il numero di mitocondri, le cosiddette “centrali energetiche” della cellula, causando una diminuzione di massa muscolare e un conseguente aumento di grasso. Tuttavia, la citrullina, l’aminoacido presente nell’anguria, aumenta la produzione di proteine rigenerative che formano i muscoli e riparano i mitocondri, permettendogli di produrre più energia e bruciare più grassi. La presenza di quest’aminoacido rende l’anguria uno snack sano per chi pratica tanto sport e deve mantenere alti i livelli di energia prima e dopo l’esercizio fisico.

APPROFONDISCI
La dieta dell'anguria

Perdi peso col frutto più fresco dell'estate: diuretico, poco calorico, ricco di vitamine

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?