Sos salute
Cefalea: sì alle cure naturali

La cefalea insorge quando meno te lo aspetti, per un motivo preciso oppure no, ma per contrastarla puoi ricorrere a diversi metodi naturali: ecco i principali

La cefalea può arrivare nei momenti più inaspettati: dopo un forte stress o una rabbia trattenuta, nel fine settimana o all'improvviso. I rimedi naturali per contrastarla sono diversi. La cefalea colpisce il 55% degli italiani, 3 su 4 sono donne e nel 90% dei casi non sono note cause organiche certe. La cefalea secondaria costituisce circa l’8-10% dei casi ed è quella che deriva da una causa nota, come traumi cranici, patologie cerebrali, infezioni batteriche o virali, malattie metaboliche. Esiste poi la cefalea primaria o essenziale, che rappresenta il restante 90% dei casi ed è quella per la quale non è possibile rintracciare una patologia certa scatenante, anche se in alcuni casi, come nella cefalea del week-end o in quelle associate al ciclo, si può rintracciare la presenza di un “innesco” di tipo psicosomatico. La cefalea può variare per intensità, frequenza, localizzazione e durata anche nella stessa persona, o presentarsi ciclicamente con le stesse modalità.

leggi anche: cefalea, la personalità che "batte in testa"

Se la cefalea deriva da un fegato affaticato

La tintura madre di Fumaria officinalis è il fitoterapico da scegliere nella cefalea da sovraccarico epatico che consegue a un periodo di abusi alimentari o di farmaci. Se ne assumono 30 gocce diluite in poca acqua, prima di pranzo e cena, per 15 giorni. Molto utile è anche Nux vomica 9 CH, rimedio omeopatico della cefalea da eccessi di ogni tipo - di cibo, alcol, fumo, stress - che compaiono la mattina, accompagnata talvolta da nausea e vertigini, dolore “a chiodo” concentrato su fronte e occhi. Se ne prendono tre granuli ogni due ore, fino a scomparsa del sintomo.

Quando la cefalea è muscolo-tensiva

La cefalea muscolo-tensiva è la forma di mal di testa più diffusa (40% dei casi), colpisce in egual misura uomini e donne e può essere sia occasionale, sia ricorrente (in una specifica stagione o nei week-end), sia cronica (più di 15 giorni al mese). Il dolore è percepito come una morsa che stringe il capo ed è causato dalla contrattura dei muscoli cervicali, del cuoio capelluto e del collo. Quando il carico di pensieri si fa pesante, i muscoli del collo entrano in tensione, scatenando questi tipo di cefalea. Come rimedi naturali, ricorri ai Fiori di Bach: Rock Water, Vine e Water Violet sono quelli che fanno al caso tuo per svuotare la mente e ritrovare leggerezza.

Cefalea a grappolo: un problema di emotività?

Nella cefalea a grappolo le crisi si presentano in forma acuta per gruppi (grappoli) di attacchi ravvicinati, alternati a lunghi periodi di remissione spontanea, solitamente a cadenza fissa e spesso su base stagionale (specie in primavera e autunno). Il dolore, molto intenso, si concentra su un solo lato della testa, intorno all’occhio, causando lacrimazione e costipazione nasale. La cefalea a grappolo colpisce più spesso soggetti di sesso maschile che hanno difficoltà a gestire la propria aggressività e a controllare l’emotività. Per trasformare la rabbia repressa in capacità di decidere e consolidare la personalità puoi prendere i Fiori di Bach Holly, Down to Earth e Autenticity. Puoi anche prendere la tintura madre di Ribes nero, antinfiammatorio naturale ad azione similcortisonica, e fieno greco, rigenerante del sistema nervoso: 30 gocce di ognuna in poca acqua 3 volte al giorno, mezz’ora prima dei pasti

APPROFONDISCI
I magici ginkgo biloba e guaranà

Sono il segreto della longevità

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?