Ortica e biancospino ti depurano
Sos salute

Ortica e biancospino ti depurano

Pesantezza digestiva, acidità e infezioni urogenitali provocate dal gelo e dallo stile alimentare decembrino si combattono con questi due succhi “curativi”

In questo stagione c’è un organo che viene sottoposto ad un particolare stress e quest’organo è il pancreas. E quando si parla di pancreas, in genere ci si riferisce alla sua funzione endocrina, cioè alle problematiche legate alla produzione di insulina e al controllo glicemico. Ma il pancreas è una ghiandola “doppia” e comprende un’altra funzione, non ormonale ma altrettanto importante: la produzione del succo pancreatico, essenziale per neutralizzare la quota acida del chimo che, passando dallo stomaco al piccolo intestino rischia, se non viene neutralizzata, di “bruciare” la delicata mucosa intestinale.

Un valido aiuto per il lavoro del pancreas
Per questo a dicembre, mese degli stravizi alimentari legati alle feste, è buona norma sostenere il pancreas, che rischia di essere messo a dura prova dalle abbuffate, con un integratore a un tempo stimolante e disintossicante: il succo di ortica. Ottimo depurativo del sangue, il succo di ortica stimola la produzione del succo pancreatico, contribuisce ad abbassare il tasso degli zuccheri, ripulisce il fegato e ha una blanda azione diuretica. Inoltre è ricchissimo di clorofilla, vitamine (A, C e K) e sali minerali, tra cui ferro, fosforo, magnesio, e silicio. Le sue proprietà lo rendono quindi uno tra i migliori rimedi per tutti i disturbi da insufficienza dell’apparato digerente di qualsiasi origine.

Si beve due volte al giorno
L’ideale sarebbe ricavare il succo dalla pianta fresca, centrifugandone le foglie (un paio d’ore dopo la raccolta per far loro perdere il potere urticante), ma il succo di ortica è reperibile anche già pronto in commercio. In entrambi i casi, assumine mezzo bicchiere la mattina e a mezzogiorno, prima dei pasti per cicli di un mese.

Il biancospino combatte la cistite da gelo
Fra gli inconvenienti causati dal clima rigido c’è la cosiddetta “cistite da gelo”. Il freddo intenso colpisce la vulnerabile zona dell’addome producendo una vasocostrizione che, nei soggetti predisposti, scatena le cistiti. Se la cistite peggiora d’inverno, la soluzione è ricorrere al succo di bacche di biancospino. Ricche di bioflavonoidi antiossidanti, tra cui rutina e quercetina, vitamina C e potassio, le bacche del biancospino hanno la capacità di rendere più elastiche le pareti dei vasi sanguigni, migliorando il flusso ematico. Il succo ha anche virtù diuretiche e antinfiammatorie ed è il rimedio d’elezione nelle cistiti provocate dal freddo e dalla costipazione intestinale.

Come utilizzarlo
Se hai la tendenza a sviluppare cistiti e coliti da freddo, prendi per un mese 2 cucchiai di succo di bacche di biancospino al giorno, la mattina a digiuno e a metà pomeriggio. Lo trovi in erboristeria e nei negozi di alimentazione naturale.

TAG
DEPURAZIONE
PANCREAS
BIANCOSPINO
ORTICA
PESANTEZZA
DIGESTIONE
APPROFONDISCI
Depura il fegato con i rimedi verdi
Depura il fegato con i rimedi verdi

Così rigeneri tutto l'organismo e ringiovanisci le cellule

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?