Gli integratori giusti fermano la tristezza di stagione
Integratori

Gli integratori giusti fermano la tristezza di stagione

La tristezza autunnale colpisce alcuni milioni di italiani, ma ricorrere ai farmaci non serve: combattila con gli integratori naturali, a tavola e con la creatività...

Circa sei milioni di italiani, coi primi freddi, soffrono di fastidiosi cali dell'umore, che per alcuni si traducono in una vera e propria sindrome detta Disturbo Affettivo Stagionale, o SAD (acronimo di Seasonal Affective Disorder). I sintomi di questo stato sono ansia, irritabilità, sonno difficile, stanchezza, mal di testa, riduzione del desiderio sessuale, aumento della “fame di carboidrati” e mettono in difficoltà chi ne soffre. Il motivo è presto detto: con il calo di luce, i neurotrasmettitori dell’umore hanno delle alterazioni che provocano malessere. Si tratta di un normale rallentamento in natura, che però mal si sposa con le richieste della vita sociale. “Tutti siamo influenzati da vari ritmi: giornaliero, settimanale, stagionale, vitale ed è del tutto normale essere un po’ più pigri con la diminuzione delle ore di luce. Anche nell’antichità tale fenomeno era conosciuto dai medici: il primo a parlarne fu Ippocrate, il padre della medicina.

LEGGI ANCHELa tua è depressione o solo tristezza?

Contrasta la tristezza con gli integratori giusti

Per contrastare l'umore ballerinopossiamo rivolgerci al mondo delle cure naturali, integrando la dieta con SAMe (S-Adenosil L-Metionina), acido folico e vitamina B12, che consentono all’organismo di riequilibrare la produzione di serotonina, noradrenalina e dopamina, ovvero di quei neurotrasmettitori che svolgono un ruolo chiave nella regolazione del tono dell’umore. In questo modo daremo al nostro organismo le sostanze necessarie ad affrontare questo difficile momento, ma possiamo fare altre cose per il nostro benessere, molto semplici: per esempio, evitare di tenere accese le luci intense dopo le 8 di sera e di andare a letto con il cellulare in mano, perché stimola il nervo ottico, inducendo tensioni e insonnia che aumentano la tristezza del periodo.

Non chiuderti in te stessa

Un'altra cosa da fare è dedicarsi ad attività creative che fanno bene al cervello. Un momento di pensosità, o di nostalgia, sono alla base di molte produzioni creative: perché, allora, non scegliere di fare qualche fotografia alle foglie d’autunno, o passare qualche ora in casa facendo bricolage, dipingendo, o scrivendo le nostre riflessioni più intime. Sono solo esempi di quante attività possiamo mettere in campo per reagire costruttivamente ai periodi no.

LEGGI ANCHEIl fiore di Bach contro la depressione autunnale

Servono anche sport e sana alimentazione

Da un punto di vista fisico e biologico, due grandi alleati per sostenere l’umore sono l’attività fisica regolare e l’alimentazione. Un'attività sportiva leggera ma regolare è l'ideale; poi bisogna fare ridurre al minimo il consumo di zuccheri raffinati e ridurre anche caffeina e alcool, che potrebbero favorire l’ansia e disturbare il ritmo sonno veglia. Porta in tavola cibi ricchi di tripofano - come avena, cereali integrali, semi di zucca e di lino, proteine animali e vegetali, e di magnesio - verdure a foglia verde come gli spinaci, le erbette e le bietole, nella frutta secca oleosa, nei cereali integrali, nel cacao amaro, nei legumi.

TAG
DEPRESSIONE STAGIONALE
DEPRESSIONE AUTUNNALE
SINTOMI DEPRESSIONE AUTUNNALE
TRISTEZZA AUTUNNO
APPROFONDISCI
I nuovi antidepressivi naturali
I nuovi antidepressivi naturali

Per ritrovare la voglia di vivere

CONSIGLIATO PER TE
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017
Il giornale dell'Autostima - Settembre/Ottobre 2017

Quali sono i falsi problemi che possono mettere a rischio la nascita di un am...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?