Erbe e fitoterapia
Dolori all'anca? Prova la quercetina

Questo rimedio naturale riduce l'infiammazione dei tessuti e aiuta ad alleviare i dolori dell'anca che colpiscono ogni anno moltissime persone

I dolori all'anca possono trovare giovamento grazie alla quercetina. Alla redazione di Salute Naturale scrive Concetta: “Ho 61 anni e soffro di artrosi localizzata all’anca, cui di recente si è aggiunto un dolore al quadricipite. L’osteopata mi ha diagnosticato un'infiammazione al muscolo piriforme; con lui ho fatto alcune sedute, ma finora non è riuscito a ridurre il dolore, che è intenso, soprattutto se cammino, e spesso mi costringe a sdraiarmi. Mi sto imbottendo di antidolorifici, ma vorrei evitarli”.

Leggi anche: dolori a ossa e muscoli, il peso della psiche

Via l'infiammazione all'anca

Oltre a intervenire dal punto di vista nutrizionale quando si hanno dolori all'anca si può pensare di aggiungere un integratore con un'eccellente attività antinfiammatoria come la quercetina, che riduce il rilascio di mediatori infiammatori e che con la sua attività antiossidante lenisce i dolori  ai tessuti. È sufficiente assumerne una capsula a ogni pasto per cicli ripetuti di 20 giorni al mese.  A complemento di questa terapia si può aggiungere della glucosamina solfato in compresse, assumendone 1-1,5 g al giorno per cicli di 20 giorni al mese per 6 mesi.

Le giunture e le cartilagini dell'anca si consumano

L'artrosi, soprattutto all’anca, è il destino comune che la gravità terrestre porta in dono agli abitanti del nostro pianeta. Le giunture e le cartilagini si consumano e dopo un po’ compaiono i dolori. Tuttavia l’artrosi, che non è una patologia intensamente dolorosa, ma può complicarsi con dolori provenienti da contratture muscolari o da infiammazioni dei tessuti connettivali periarticolari. Cosa fare?

Via dal menu carne e sale

L’approccio terapeutico in questi casi è costituito da una correzione della dieta, che preveda un “taglio” o quantomeno una riduzione significatica delle carni rosse, dei salumi, dei formaggi stagionati, degli zuccheri e, soprattutto, del sale. Di tutti quei cibi, cioè, che hanno un’azione infiammatoria. Da preferire, invece, gli acidi grassi polinsaturi Omega 3 derivati dal pesce e gli antiossidanti da frutta e verdura fresche.

APPROFONDISCI
Guida pratica all'erboristeria

Per conoscere le proprietà delle erbe e come usarle per curare i disturbi

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?