Erbe e fitoterapia
La gastrite si previene coi rimedi naturali

La gastrite è un problema che va affrontato subito con le cure naturali giuste, che sfiammano la mucosa gastrica evitando così patologie più gravi

La gastrite è un problema che assilla moltissime persone. Quando la mucosa gastrica inizia a diventare più sensibile, possono comparire dei sintomi di diversa intensità, che se non curati possono appunto sfociare in gastrite. Non appena senti che qualcosa non va a livello dello stomaco, anche se si tratta solo di un’acidità lieve, intervieni subito con le erbe che tamponano l'infiammazione ed evitano che prenda piede una vera e propria gastrite.

Leggi anche: la dieta per vincere la gastrite

Con il cardamomo previeni la gastrite

Il cardamono è una spezia orientale dalle spiccate proprietà digestive: viene utilizzata dalla medicina ayurvedica per riscaldare e tonificare, oltre che la milza, anche lo stomaco e tutto il tratto digerente. Ai primi sintomi di acidità, quindi, prendi il cardamomo sotto forma di infuso e, se puoi, annusa spesso il suo olio essenziale: sul piano psichico, stempera il nervosismo e lo stress che irritano lo stomaco favorendo l'insorgere della gastrite. Procurati in erboristeria o nei negozi bio i semi di cardamomo e fanne bollire 2-3 in una tazza d’acqua; bevi 3 volte al giorno. Se non trovi i semi, usa la polvere (3 pizzichi per ogni tazza).

La mucillagine di altea normalizza i succhi gastrici

Se dopo un pasto, anche leggero, o dopo aver bevuto qualcosa (soprattutto se si tratta di bevande molto calde o molto fredde), accusi nausea e reflusso, prendi le mucillagini di altea: normalizzano la secrezione di succo gastrico e ripristinano le sostanze presenti nella pellicola (in particolare gli ioni bicarbonato) che proteggono la mucosa dello stomaco, attenuando dolore, reflusso gastroesofageo e senso di peso sullo stomaco. Quindici minuti prima di colazione, pranzo e cena, assumi un cucchiaino di mucillagini di altea sciolto in poca acqua naturale, non fredda.

Se hai già la gastrite prendi il mirtillo nero

La gastrite si presenta con nausea intensa (soprattutto a digiuno), dolore epigastrico, forte acidità e talvolta addirittura vomito. Per disinfiammare lo stomaco quando hai la gastrite, il miglior rimedio naturale è il mirtillo nero. Ricco di antociani e di vitamine antisettiche (soprattutto la vitamina C), il mirtillo nero disinfetta le pareti dello stomaco e riarmonizza i processi digestivi, evitando che l’infiammazione persistente arrivi a danneggiare i tessuti gastrici, dando origine a una vera e propria ulcera. Se soffri spesso di gastrite, assumi il mirtillo nero sotto forma di estratto secco anche per lunghi periodi: 3 compresse al giorno da 300 mg dopo i pasti con poca acqua, per cicli di 1-2 mesi. Se invece devi affrontare un attacco di gastrite acuta, prendilo sotto forma di succo. Dopo i pasti o anche a digiuno, bevi un bicchiere di mirtillo nero bio diluito in poca acqua tiepida; sorseggialo a cucchiaini.

APPROFONDISCI
Il mal di stomaco

I disturbi digestivi dipendono spesso da rapporti conflittuali con chi ci circonda

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?