Erbe e fitoterapia
Con l'incenso plachi tensione e fame nervosa

L'incenso ha mille proprietà, tra cui quella antinfiammatoria e antireumatica, ma è anche un portentoso calmante naturale conosciuto fin dall'antichità...

Ha proprietà antinfiammatorie, antireumatiche e antidolorifiche, ma calma anche l'ansia e la fame nervosa: l'incenso è conosciuto e utilizzato fin dai tempi più remoti e si può trovare sotto svariate forme, come semi, radici, foglie, legno o resina. Quest'ultima è una resina oleosa che viene prodotta da diverse piante della Penisola Arabica e del Corno d’Africa. Il liquido estratto dalla corteccia viene fatto essiccare e, quando solidifica, assume il tipico colore ambrato. Le resine dell'incenso, generalmente prodotte dalla corteccia delle piante conservano alcune proprietà della pianta da cui derivano e i loro aromi hanno effetti molto potenti. Sembra che gli già gli antichi Esseni ne facessero largo uso, in quanto erano convinti che in esse fossero racchiuse proprietà medicamentose. Oggi sono soprattutto gli arabi a conoscerne le virtù: per la loro cultura la sua fragranza costituirebbe addirittura un assaggio del profumo che attende in Paradiso coloro che si sono comportati giustamente in Terra

L'incenso combatte ansia e depressione

Da sempre utilizzato nei rituali religiosi, l'incenso contrasta i meccanismi che stanno alla base delle infiammazioni croniche, che influenzano anche il sovrappeso, e ha inoltre un effetto calmante, anti ansia e depressione, problematiche che incidono sullo stato emotivo e di conseguenza sulle abitudini dietetiche, portando a mangiare troppo appunto per placare la fame nervosa.

Accendi l'incenso all'aperto per disperdere il fumo

L'incenso si acquista in erboristeria, e in particolare se è sotto forma di resina deve essere puro e non aver subito trattamenti di alcun tipo. Per godere dei benefici, l'incenso va bruciato: il metodo più utilizzato è quello del carboncino (esistono degli appositi contenitori per questa pratica), ma per ovviare agli effetti collaterali (una sorta di fastidiosa nebbia prodotta dal fumo), è consigliabile accenderle in ambiente aperto per poi portarlo al chiuso solo quando la produzione di fumo è lieve. I grani dell'incenso, bruciati su carboncino, sviluppano il caratteristico odore che si trova spesso all'interno delle chiese.

APPROFONDISCI
Vinci l'ansia delle pulizie

Cosa nasconde e come risolverla

CONSIGLIATO PER TE
Breve corso per vincere l'ansia

Siamo convinti che l’ansia dipenda sempre da qualcosa o da qualcuno e c...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?