Con Thuja li vaccini senza disturbi
Cani e gatti

Con Thuja li vaccini senza disturbi

La vaccinazione può provocare debolezza e altri malesseri fisici a cani e gatti: ci vogliono i rimedi naturali giusti per rinforzarne le difese naturali

D'estate torna d’attualità il tema della vaccinazione dei cani e dei gatti, perché in questo periodo possono più facilmente venire a contatto con altri animali e quindi subire un contagio. Se poi li portiamo con noi all’estero, in alcuni Paesi è obbligatorio il certificato che attesti le vaccinazioni a cui sono stati sottoposti, in particolare quella contro la rabbia canina.

Il vaccino difende i cani anche da altre gravissime malattie, come cimurro, parvovirosi e leptospirosi. I gatti vengono immunizzati contro patologie anche letali, come panleucopenia, calicivirus e rinotracheite. Ma prima di sottoporre i nostri animali alle vaccinazioni è consigliabile valutare col proprio veterinario a quali rischi sono effettivamente esposti, e quindi contro quali malattie occorre immunizzarli. Quando poi il vaccino viene inoculato nell’animale, può debilitare e fiaccare il suo organismo, specialmente se già affaticato dal caldo. Vediamo quali rimedi naturali si possono adottare per aiutare i nostri amici a quattro zampe ad affrontare le vaccinazioni e a superarle senza disturbi.

Come aiutarli prima e dopo

La vaccinazione scatena nell’animale una reazione analoga a quella che avrebbe se fosse aggredito davvero da un virus. Quindi provoca nel suo organismo debolezza e altri disturbi, tra cui quelli intestinali. Puoi aiutarlo a superarli con i rimedi omeopatici.

Usa 5 granuli di Sulphur 30 CH il giorno prima della vaccinazione, la mattina a digiuno, e 5 granuli di Thuja 30 CH il giorno dopo, sempre la mattina a digiuno. In ogni caso, avverti sempre il veterinario se noti nell’animale qualche sintomo particolare di reazione alla vaccinazione.

Le regole della profilassi

- Non vaccinate un animale con problemi di salute e soprattutto non fatelo se deve subire un intervento chirurgico.

- Se possibile, vaccinateli solo per malattie presenti sul territorio. Per i gatti, attenti alla vaccinazione contro il virus della leucemia felina; prima fate eseguire il test e valutate con il veterinario se è veramente consigliabile. Per i cani, evitate che gli sia iniettato il vaccino contro la rabbia insieme ad altri vaccini.

- I cani e i gatti adulti possono essere vaccinati ogni 2 anni, invece che annualmente. Per gli animali anziani meglio evitare il più possibile le vaccinazioni. Fate fare però controlli annuali dello stato di salute generale.

- Assicuratevi di non far vaccinare un cucciolo o un gattino troppo presto.

 

Dott.ssa Laura Cutullo
Medico veterinario omeopata e floriterapeuta,  Milano

TAG
CANI
GATTI
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?