Bellezza
3 oli vegetali per la bellezza dei tuoi capelli

Con i rimedi naturali giusti puoi nutrire e rigenerare i capelli: olio di cocco per nutrirli, olio di ricino per rinforzarli e burro di mango per ammorbidirli

Le donne sanno molto bene quanto tempo e fatica costa mantenere dei capelli sani, luminosi e lucidi. Nei caldi mesi estivi non è un fenomeno affatto raro vedere i propri capelli inaridirsi, perdere consistenza e assistere alla formazione delle doppie punte. In questo caso non vi è soluzione migliore che l’utilizzo di alcuni oli vegetali: gli unici in grado di penetrare a fondo, nutrire i capelli alla radice e favorire così la rigenerazione e un aspetto ottimale.

Leggi anche: La natura in soccorso dei capelli

 

Per capelli secchi e sfibrati dal troppo sole: olio di cocco

L’olio di cocco è forse uno dei migliori nutrienti per capelli. A differenza di burri vegetali dalle virtù simili, è un prodotto che diviene fluido a temperature medio-basse: intorno ai 26 gradi Centigradi l’olio di cocco assume un aspetto liquido, simile a quello di sesamo. Si applica sui capelli asciutti almeno due o tre volte al mese e lo si lascia in posa una mezz’ora. Oltre a nutrire e lucidare i capelli, l’olio di cocco ha la peculiarità di ridurre le parassitosi e le infezioni. Ottimo, quindi, contro pediculosi – associato a oli essenziali – e forfora. In questi casi, il prodotto va adoperato in maniera costante e, quando possibile, tenuto in posa una notte intera. Per eliminarlo è sufficiente uno shampoo.

 

Olio di ricino per rinforzare i capelli

L’olio di ricino è il rimedio ideale per avere capelli forti, sani e lucenti. Quando il calore, lo stress o il cambio di stagione aumentano la perdita di capelli o li assottigliano, prova a fare qualche impacco col olio di semi di ricino per tre mesi. L’ideale è ripetere l’operazione con cadenza settimanale prima del tradizionale shampoo. L’olio viene ottenuto spremendo a freddo di semi di una pianta denominata Ricinus communis. In seguito a questa operazione, il prodotto viene filtrato per rimuovere un composto tossico, la ricina. Come nel caso dell’olio di cocco, aiuta anche a ridurre le infezioni micotiche – quindi anche la forfora – e le infiammazioni del cuoio capelluto.

 

Olio di mango: capelli nutriti come non li avete mai visti

Ultimo – ma non ultimo – è il burro di mango ricavato dalla spremitura a freddo dei suoi semi. È anch’esso un prodotto adatto alle calde giornate estive. Se ne può applicare, infatti, una piccola noce su tutta la lunghezza del capello per evitare l’inaridimento causato dal sole. Non solo nutre a fondo i capelli ma rende morbidissima l’intera fibra capillare. Per ottenere un effetto più marcato, puoi preparare una maschera con il burro di mango e la polpa del frutto frullata. La polpa è ricchissima di antiossidanti come la beta-criproxantina, polisteroli, acido oleico e squalene – quest’ultimo, un noto rigenerante cutaneo.

APPROFONDISCI
Il prodigioso olio d'oliva
È il miglior alleato di cuore e cervello, un toccasana per l'intestino e la pelle
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?