Psicosomatica
Asma, il sintomo di un'aria diventata irrespirabile

La mancanza d’aria dell'asma è per la psicosomatica il segnale di una difficoltà a esprimere i propri desideri per paura di perdere l’amore degli altri

Ecco un caso emblematico di come un sintomo corporeo come l'asma, che in apparenza non ha nulla di "psicologico", abbia invece proprio a che fare con il nostro modo di essere nel mondo e con le sue conseguenze.  Federica entra in uno studio di psicoterapia soffiandosi il naso e con un pacchetto di fazzoletti di carta nella mano sinistra. "Mi scusi ma questo è il mio problema e purtroppo glielo devo presentare subito. Respiro male, a volte ho vere e proprie crisi d’asma e ho anche il naso chiuso e che in alcuni periodi non mi fa più percepire gli odori. Il terapeuta domanda  alla paziente quando è iniziato questo insieme di disturbi e viene alla luce che un anno prima, dopo quattro anni circa di serena convivenza con il suo compagno, la madre di lui è stata poco bene e la hanno pensato di sistemarla in casa con loro per risparmiare sulla badante. 

Trattenere il fiato, frenare le parole...

Nella nostra vita “l’aria” può cambiare in un attimo e diventare problematica. Ma come fare ad opporsi ai cambiamenti? Federica prosegue nel racconto: "Il mio compagno è sempre stato molto disponibile nei mei confronti ma da quando sua madre si è piazzata da noi, è cambiato. Dipende in tutto da lei e vorrebbe che anch’io fossi più disponibile a occuparmi dei problemi della suocera che, se posso essere sincera, è decisamente invadente ed egoista. Alcune volte, con le sue richieste, toglie il fiato; io vorrei reagire e rifiutarmi, ma poi penso al mio compagno e, per amore, trattengo ogni discussione e ogni voglia di arrabbiarmi sul serio. Dopo tre mesi di questa convivenza forzata, ho iniziato a soffrire di asma, a respirare sempre peggio, ad avere il naso o chiuso o gocciolante e a non sentire più gli odori."

... Apre le porte all'asma...

Un fatto è certo: solo aprendosi alle emozioni si potranno riaprire le vie aeree e il naso di Federica tornerà a funzionare a dovere.  Il mondo delle emozioni è centrale nell’universo del nostro apparato respiratorio. Per questo è fondamentale che Federica dia sfogo alla sua insofferenza, alla rabbia, all’atmosfera che non vuole più mandare giù e trattenere dentro di sé attraverso le vie aeree. "Dunque lei mi sta consigliando di non tacere più con il mio compagno e di essere anche sincera con sua madre, per tornare a respirare bene?" Chiede Federica. La risposta è eloquente: "Il respiro si connette a livello simbolico con la volontà e col pensiero: gli atti respiratori sono infatti i soli processi organici, oltre ai movimenti muscolari, controllabili volontariamente e si connettono quindi con l’autonomia, il controllo e quindi con la possibilità cosciente di perderlo, il controllo, e liberarsi da un peso...." 

Ma i litigi "terapeutici" la fanno passare! 

La paziente non torna in terapia per alcuni mesi e in questo periodo si abbandona a discussioni e arrabbiature con il suo compagno e con la suocera. Con il passare delle settimane arriva a sentire che potrebbe persino lasciarlo, se lui non si riuscisse mai a distaccarsi da questo legame materno eccessivo. Dulcis in fundo, lui sistema la madre in una casa per anziani e torna a essere il “suo” uomo. Il respiro di Federica si normalizza, il suo naso "non piange più" e lei riprende a sentire i profumi e, soprattutto, il profumo del corpo del suo compagno che prima le piaceva tanto. 

Dare spazio alle emozioni aiuta a respirare meglio

Il primo farmaco anti-asma è un’azione: consentire lo sfogo delle emozioni, permettersi di piangere, ad esempio, cosa che difficilmente chi soffre di questo disturbo si permette di fare. Quando è possibile, “cambiare aria” è la soluzione però più radicale ed efficace: nuovi contesti esistenziali, nuove esperienze possono favorire un recedere delle crisi. Il clima affettivo è l’elemento fondamentale per superare i momenti critici e, quindi, circondarsi di presenze più favorevoli e più affettive, che emanino profumi piacevoli, è il rimedio migliore.

APPROFONDISCI
I magici ginkgo biloba e guaranà

Sono il segreto della longevità

CONSIGLIATO PER TE
Fegato sano senza farmaci

È un filtro che elimina le tossine, anche mentali. Ecco come rigenerarlo in modo naturale

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?