Basta litigare col tuo corpo
Psicosomatica

Basta litigare col tuo corpo

Vivere in perenne ascolto dei propri malesseri angustia l’esistenza e implica uno spreco di energia. Una “vita contro vento” che si può correggere dando a ogni sintomo il suo giusto valore

Esistono persone che, pur non essendo malate, sono sempre assediate da sintomi: il loro corpo presenta continui, piccoli disturbi che, nel loro insieme, non lasciano tregua. Il mal di testa del mattino lascia il posto al bruciore di stomaco prima di pranzo, che cede il passo a una lentezza digestiva, poi scalzata da una lieve colite; una breve pausa ma poi ecco un dolorino ai muscoli del collo, seguito un notevole senso di debolezza, con la giornata che si conclude, beffardamente, in una difficoltà ad addormentarsi. I loro giorni sono così: una vita “contro vento”. Ciò implica uno spreco enorme di energia, l’impossibilità di godersi le cose, di dare il meglio di sé.

Soprattutto, una sensazione di frustrazione e di “fatica del vivere” che produce rabbia e nervosismo. Non è ipocondria: i sintomi spesso ci sono davvero: la sensibilità per il proprio corpo è aumentata, ma non c’è la classica paura delle malattie. Anzi chi ne soffre é stufo, saturo, a volte rassegnato, a volte combattivo. Ma se si affida ai farmaci, passa un sintomo e ne esce subito un altro. Se ricorre a rimedi naturali, prima che facciano effetto i sintomi sono già cambiati. Se prova con le tecniche corporee essi prima passano e poi aumentano. Sembra una situazione senza uscita ma in realtà non lo è. E il corpo suggerisce la soluzione: c’è una disarmonia profonda che va risolta.

Le cause

- Un vuoto esistenziale da riempire: mancano veri interessi e passioni.

- Un’energia non vissuta o mal convogliata (sesso, sport, creatività).

- Un forte squilibrio tra attività mentale/emotiva e attività fisica.

- Una vita centrata su falsi ideali o suI bisogni degli altri.

- Una cronica disorganizzazione mentale e pratica.

 
I sintomi che si presentano di più

- Mal di testa, nevralgie

- Debolezza, senso di instabilità

- Palpitazioni

- Nausea, mal di stomaco

- Tosse, mal di gola, raffreddore

- Colite, dolori addominali

- Mal di schiena

 - Dolori muscolari e articolari

Libera il tuo corpo dai ritmi frenetici

Comprendere

In questi casi non è tanto il singolo sintomo a esprimere qualcosa, ma la sintomaticità nel suo insieme. C’è un corpo che segnala con forza l’esistenza di un malessere esistenziale che va “guardato”…

Preparare la via

Molto utile può rivelarsi una psicoterapia a indirizzo psicosomatico, associata a rimedi naturali o a tecniche corporee. Tuttavia, per ottenerne benefici, prepara il terreno riducendo i ritmi frenetici, gli stacchi e le riprese troppo brusche, le giornate disorganizzate.

Aiutare il corpo

Aiuta l’organismo attraverso un’attività fisica costante (2-3 volte la settimana), di tipo non agonistico e, se sei fuori allenamento, partendo con molta gradualità. Ciò toglie ai sintomi un po’ della loro forza e favorisce il riequilibrio dell’energia.

TAG
PSICOSOMATICA
APPROFONDISCI
Il mal di stomaco
Il mal di stomaco

I disturbi digestivi dipendono spesso da rapporti conflittuali con chi ci circonda

CONSIGLIATO PER TE
Fegato sano senza farmaci
Fegato sano senza farmaci

È un filtro che elimina le tossine, anche mentali. Ecco come rigenerarlo in modo naturale

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?