Mancanza, la molla che scatena il desiderio
L'aiuto pratico

Mancanza, la molla che scatena il desiderio

Gli antichi lo sapevano bene, al punto che un mito greco arcaico identifica la Penìa o bisogno, come genitrice di Eros, il desiderio: impariamo a viverla nel modo giusto...

Secondo la mitologia greca Penìa è la dea che rappresenta la personificazione della povertà e del bisogno. Si sposò con Poro, dio degli espedienti al compleanno di Afrodite e fu madre di Eros, il dio dell'amore. Secondo differenti versioni del mito questa divinità ha altri genitori (Afrodite stessa e Ares), ma il fatto che esista anche questo racconto relativo alla nascita del dio dell'amore è psicologicamente significativo. L’uomo rincorre sempre qualcosa di cui avverte la mancanza: questo bisogno può essere di volta in volta sicurezza, potenza, amore, gloria o conoscenza, ma se è vero che tutte queste cose si rivelano spesso traguardi effimeri e deludenti, è vero anche che la spinta determinata della mancanza è un elemento imprescindibile dell'agire umano da sempre.

Sicurezza assoluta, chimera irraggiungibile

Ma che cosa ci manca davvero in ultima analisi? Difficile trovare una risposta esaustiva: forse di fronte all’incertezza della vita (cioè a una sua caratteristica intrinseca e ineliminabile) si cerca illusoriamente la sicurezza totale, che secondo alcune letture psicoanalitiche esprimerebbe un inconscio desiderio di ritorno nel grembo materno e secondo altri sarebbe una sorta di rimedio "magico" alla nostra mortalità. Di fatto ci governa la mancanza, una povertà che non "sa bene ciò che vuole ma lo vuole ad ogni costo..."

La mancanza ci guida

Abbiamo ricordato in apertura che a Penìa, il bisogno o mancanza sia attribuita la maternità di Eros. Ciò significa che la mancanza genera anche la bramosia cieca e questo spiega perché Eros, in alcuni antichi frammenti votivi venga indicato come “terribile”: la bramosia va tenuta a bada perché la sua forza è distruttrice e l'amore ha dunque anche un lato pericoloso. Socrate stesso afferma che “Amore non è sempre bello e delicato come pensano molti"; contiene una spinta al potere e al dominio di cui è bene avere cosapevolezza.

LEGGI ANCHETest: tu a che dio assomigli?

Nessun traguardo è la terra promessa

Se ci si rende conto di questo, appaiono in tutta la loro evanescenza tutti i traguardi del mondo: niente sembra bastare perché niente dura. Prendere atto della nostra provvisorietà e smettere di inseguire miraggi che si rivelano perlopiù deludenti sembra essere la ricetta migliore per tacitare, almeno psicologicamente, il lato oscuro di Eros. Se è la nostra stessa esistenza a creare il bisogno, per evitare continue frustrazioni è opportuno prendere coscienza che esiste una mancanza che non può mai essere colmata, né con il possesso, né con i ragionamenti o con le filosofie.

Essere solo chi si è

A tal proposito, esiste un racconto molto interessante che ci giunge dall'India: c’era una volta un bravo ciabattino che voleva a tutti i costi parlare con un famoso santone per avere l’iniziazione, trovare la Verità e dare senso alla propria esistenza. Quando lo trovò, i discepoli non volevano farlo passare ma il santone li fece scostare e ricevette il ciabattino che lo pregò di aiutarlo. Il santone, con voce tonante, a termine del loro dialogo gli disse: vattene, torna a casa tua, fai quello che sai fare meglio, il ciabattino! Il senso di questo aneddoto è quello di essere nient’altro che quello che si è, senza cercare invano altrove. Un taoista direbbe: perché andare lontano da casa? Hai già qui quello che cerchi! Il bicchiere della vita è sempre a metà: sta a noi percepirlo come mezzo pieno e vivere di conseguenza. Naturalmente, ciò non significa farsi andare bene qualunque situazione si viva, ma non illudersi che esista il modo di colmare definitivamente un vuoto che per sua natura è e resterà incolmabile.

TAG
DESIDERIO
MANCANZA
BISOGNO
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Ritrova la tua unicità
Ritrova la tua unicità

Solo così puoi essere felice

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?