VIDEO Aggressioni omofobe: perché avvengono ancora?

Che cosa scatena, ancora nel 2021, fenomeni tanto abbietti come le aggressioni alle coppie omosessuali? Il parere dello psicoterapeuta

Qualche giorno fa a Roma abbiamo dovuto assistere all’ennesimo caso di violenza ai danni di persone omosessuali. Non è certamente la prima volta, non accade soltanto nel nostro paese, ma è un fatto che deve suscitare allarme e far riflettere.

Che cosa accade in chi aggredisce gli omosessuali?

La psicologia, di fronte a simili fatti, propone due spiegazioni, entrambe molto valide. Nel primo caso, gli aggressori hanno in qualche modo un cattivissimo rapporto con la loro parte omosessuale: sono omosessuali repressi e quindi tentano - attraverso l’eliminazione o il ferimento di persone omosessuali - di eliminare fantasmaticamente questa loro parte. C’è anche un’altra spiegazione: il bisogno di appartenenza a un gruppo omogeneo. Specialmente in momenti difficili come questo, appartenere a un gruppo, a un gruppo tutto uguale, a un gruppo che riconosco, è un fattore di sicurezza e quindi eliminare tutto ciò che è dissonante rispetto a questo gruppo può apparentemente, illusoriamente darmi l’impressione di vivere in un posto protetto, difeso.

Ritrovare il femminile nell'uomo

Tutto questo però non basta a spiegare il perché di questi fenomeni né tantomeno che cosa si potrebbe cominciare a fare per arginarli, non soltanto da un punto di vista legislativo e giudiziario, ma anche da un punto di vista educativo. Il tema è, come ricordava Raffaele Morelli in un video di qualche tempo fa dedicato alle donne, il femminile nell’uomo. Il tema è che gli uomini, i maschi dovrebbero recuperare questa parte di sé. Jung dice che tutti noi nasciamo con una personalità primaria ed un aspetto complementare. Nei maschi l’aspetto complementare è un aspetto femminile, lui lo chiama Anima ed è un nome molto significativo.

Siamo tutti maschi/femmine

Insomma, noi maschi nasciamo XY, quindi conteniamo il femminile, "conteniamo" una femmina. Questo che cosa significa? Significa che se noi non rispettiamo la nostra sensibilità, la nostra gentilezza, la nostra dolcezza e tutte quelle caratteristiche che appaiono scioccamente come molto poco maschili, noi non saremo mai uomini completi e se non saremo mai uomini completi saremo uomini scissi, divisi, divisi in noi stessi.

Educare e prevenire

E allora in qualche modo, qualcuno di noi particolarmente scisso può vedere nel diverso, in questo caso nell’omosessuale, qualcosa da uccidere, da eliminare. Lo uccido fuori per non vederlo dentro. Naturalmente, questo non funziona, non succede, non si può eliminare una parte di sé, non puoi eliminare un occhio, non puoi eliminare il fegato e quindi non puoi eliminare ovviamente il tuo orientamento sessuale. Quindi, mi piacerebbe che nel nostro paese e sempre di più in futuro, i maschi venissero educati fin da piccoli non tanto e non solo al rispetto dell’altro, del diverso, di quello che noi chiamiamo diverso, ma a rispettare profondamente la propria intimità dolce, la propria intimità sensibile, la propria intimità che ci ricorda che la completezza è nell’integrazione tra il maschile interiore e il femminile interiore. È il mio augurio per gli anni a venire. Grazie a tutti dell’attenzione.

Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?