Mangiare sano
Avena, proprietà e benefici di un cereale antico

L'avena contiene potassio, vitamine del gruppo B e proteine, contrasta la fatica ed è particolarmente utile in questa stagione, quando caldo e afa ti fiaccano 

L’avena è un cereale appartenente alla numerosa famiglia delle Graminacee molto utile per la salute; apporta carboidrati a lenta assimilazione, che non causano picchi glicemici e fibre solubili che proteggono l’intestino favorendone le funzioni. Non basta: l'avena è ricca di betaglucani, particolari composti in grado di rallentare l’assorbimento del colesterolo cattivo, proteggendo vene e arterie, e di composti fenolici dalle proprietà antinfiammatorie. Contiene anche potassio, vitamine del gruppo B e il 12% di proteine. Questo cereale viene anche definito un tonico antifatica, particolarmente utile a luglio, quando caldo e afa fiaccano le forze.

Leggi anche: avena, perfetta per la dieta e la pelle

L'avena garantisce una lunga sazietà

Le fibre solubili sono rappresentate dai betaglucani che donano all’avena la capacità di assorbire liquidi in misura pari a 25 volte il suo volume. Gonfiandosi nello stomaco, le fibre garantiscono sazietà e intrappolano parte delle sostanze che assumiamo (in particolare grassi e zuccheri), aiutandoci a mantenere in equilibrio i livelli di questi nutrienti nel sangue. L’efficacia dei betaglucani contenuti nell'avena è stata confermata anche dall’Efsa, l’Autorità Europea per la sicurezza alimentare.

È il sostituto perfetto della pasta

L'avena è considerata un alimento salutare, perché aiuta a ridurre glicemia e colesterolo, prevenendo così eventi cardiovascolari e diabete. Grazie al basso indice glicemico è il sostituto perfetto della pasta per chi soffre di glicemia alta. Uno studio canadese dell’università di Manitoba ha studiato gli effetti del chiroinositolo (sostanza presente solo in questo alimento) sulla riduzione dei livelli di zuccheri nel sangue. I risultati dimostrano che questo è in grado di abbassare la glicemia del 19%, il che apre nuove speranze per i diabetici.

Alcuni prodotti all'avena sono adatti anche ai celiaci

Fino a pochi anni fa l’avenina, una componente proteica dell’avena, era considerata dannosa per i celiaci con effetti simili al glutine. Oggi alla luce dei nuovi studi questa teoria è stata smentita. Attenzione però: chi soffre di celiachia deve comunque consumare prodotti a base di avena che riportano sulla confezione la spiga barrata, garanzia di una totale assenza di glutine (anche e soprattutto da contaminazione).


APPROFONDISCI
La strepitosa avena
Scioglie i grassi cattivi del sangue, abbassa la glicemia e ti fa perdere peso
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?