Il kiwi è anti stipsi, sostiene il sistema immunitario e protegge il cuore
Mangiare sano

Il kiwi è anti stipsi, sostiene il sistema immunitario e protegge il cuore

È un frutto eccezionale per la sua azione antivirale, antiossidante e regolarizzante dell’intestino. La ricerca scientifica afferma che è anche un rimedio naturale antipertensivo e salva cuore.

Il kiwi (Actinidia sinensis), una pianta rampicante (liana) della famiglia delle Actinidiacee, arrivò come curiosità botanica in Europa nel 1897 dalla Cina, dove i suoi frutti erano apprezzati più per il colore verde smeraldo che non per sapore e proprietà. Agli inizi del Novecento alcuni missionari provenienti dalla Cina importarono in Nuova Zelanda delle piantine selvatiche di kiwi (nome che gli fu dato in seguito), che vennero coltivate come piante ornamentali. Negli anni Cinquanta inizia la loro coltivazione per i frutti commestibili; negli anni Sessanta arrivano in America e in Europa, e negli anni Ottanta in Italia. Il kiwi può raggiungere un’altezza di 10 metri e ha piante con fiori solo maschili e altre con fiori solo femminili: per la coltivazione dei frutti, ci vogliono entrambe.

LEGGI ANCHEKiwi, il re degli antiossidanti

Le zone di coltivazione del kiwi

I maggiori produttori di kiwi sono Italia (in particolare, Lazio, Emilia Romagna e Piemonte); a seguire, Nuova Zelanda, Cile, Cina (con varietà sconosciute sui mercati internazionali), Francia, Grecia, Giappone, USA, Repubblica di Corea e Spagna.

La stagione dei kiwi

Va da novembre a giugno (maggio per quelli italiani). In questo periodo dell’anno la concentrazione di principi attivi è più elevata, soprattutto per quanto riguarda la vitamina C e i polifenoli. Ed è proprio questo il momento in cui se ne ha più bisogno per via delle malattie da raffreddamento e dei dolori articolari e/o reumatici.

Conoscere le varietà del kiwi

In Italia vengono coltivate circa dieci varietà di kiwi e quelle verdi sono le più diffuse. In Cina, Corea e Giappone se ne coltivano alcune non presenti attualmente in Occidente. Ecco qui di seguito le cinque principali note in tutto il mondo.

  • Gold. È una varietà a polpa gialla che contiene una quantità maggiore di polifenoli rispetto a quella verde (circa 10,4 mg per 100 g, contro i 0,85 mg per 100 g della varietà verde). Protegge da stress ossidativo, tumori, insufficienza cardiaca e demenze.
  • Verde. Contiene circa 85 mg di vitamina C ogni 100 g, mentre in arance, limoni e pompelmi la quantità varia fra i 50 e i 60 mg. Anche se è meno ricco in polifenoli di quello gold, il kiwi verde ha le stesse proprietà elencate per i kiwi gialli.
  • Rosso. In realtà si tratta di una varietà verde e rossa o gialla e rossa, quest’ultima già venduta in Italia. Contiene antociani dall’azione protettiva di vasi sanguigni, cuore e cervello.
  • Mini kiwi. Poco più grande di un acino d’uva e con la buccia priva di peli, questo kiwi viene coltivato in Trentino. È ricco di minerali come calcio, magnesio e manganese.

La pianta del kiwi e i suoi impieghi

  • I semi. Nel frutto sono presenti numerosi semi di colore nero, dall’azione lassativa e antiossidante, da cui si estrae un olio idratante ed emolliente, utile in caso di eczema e di psoriasi.
  • La polpa. Ricca di vitamina C, polifenoli e fibre soprattutto solubili, è regolatrice dell’intestino, antiossidante e può essere utilizzata esternamente per maschere anti rughe.
  • La buccia. Se il frutto è bio, può essere consumata (meglio se frullata con la polpa) in caso di stitichezza, perché ricca di fibre soprattutto insolubili.
  • Le gemme. Vengono utilizzate per preparare un gemmoderivato o macerato glicerico utile a trattare i dolori articolari, soprattutto quelli che derivano da psoriasi e artrite reumatoide.

I valori nutrizionali per 100 grammi di kiwi

  • Carboidrati     14,6 g
  • Proteine          1,2 g
  • Grassi              0,52 g
  • Fibre                3,2 g
  • Calorie             61

Le proprietà salva salute del kiwi

Le principali sostanze attive del kiwi sono le sue fibre solubili e insolubili anti stipsi e anti emorroidi, la vitamina C e i polifenoli antiossidanti. Grazie a questo insieme di sostanze della salute, il kiwi potenzia le difese immunitarie e previene l’influenza e le malattie infettive; combatte l’eccesso di radicali liberi e l’invecchiamento, così come le malattie croniche che l’accompagnano (per esempio i dolori articolari e i reumatismi, il morbo di Alzheimer e le demenze senili, la cataratta ecc.); rafforza i capillari, contrasta l’aterosclerosi e l’ipertensione sanguigna. Il kiwi è anche fonte di un enzima, l’actinidia, che migliora la digestione delle proteine. E per usufruire di queste benefiche proprietà basta mangiare 2-3 kiwi al giorno.

Il kiwi aiuta anche a dimagrire

Gli antiossidanti contenuti nei kiwi (vitamina C e polifenoli, soprattutto nella varietà Gold) aiutano la perdita di peso perché contrastano le infiammazioni, che impediscono ad alcuni ormoni di stimolare il dimagrimento. Inoltre, questi antiossidanti aumentano la produzione di un ormone chiamato adiponectina (che fa bruciare più calorie e riduce l’appetito) e diminuiscono l’assorbimento di amidi.

Una mousse light al kiwi

Pela 2 kiwi ben maturi e frullali con 2 cucchiai di yogurt greco magro e 2 cucchiaini di stevia. Versa il mix in 2 ciotole e servi subito guarnendo con qualche goccia di cioccolato. È per due persone.

Il kiwi si può assumere anche sotto forma di integratore

Il frutto del kiwi sotto forma di succo viene utilizzato in integratori di fibre liquide prebiotiche per favorire la normalizzazione del transito intestinale in presenza sia di stipsi che di diarrea (alternarsi tipico della sindrome del colon irritabile) e la rigenerazione della microflora intestinale. In linea generale, si assume la mattina a digiuno seguendo le indicazioni riportate sulla confezione.

Il kiwi tiene lontani i raffreddori

Una ricerca condotta nel 2011 in Nuova Zelanda ha evidenziato come il consumo di kiwi rinforza il sistema immunitario in quanto stimola l'attività di alcune cellule chiamate Natural Killer (NK Cells). Un altro studio del 2012 pubblicato sulla rivista British Journal of Nutrition dimostrava come consumare kiwi (4 kiwi al giorno per 4 settimane) agisca contro mal di gola e mal di testa. Altre ricerche hanno evidenziato la potenzialità del kiwinel contrastare le difese immunitarie, le infiammazioni dell'apparato respiratorio e l'asma

Mangia il kiwi alla sera contro la stitichezza

Il kiwi è anche un efficace lassativo, grazie alle tante fibre che contiene. Questo frutto viene infatti consigliato in caso di stitichezza anche ostinata: acquista dei frutti molto maturi e mangiane 2 o 3 prima di andare a dormire per due settimane ritroverai la tua regolarità!

Col kiwi prepari uno smoothie supervitaminico

Puoi mangiare il kiwi da solo (c'è chi lo sbuccia e chi lo taglia a metà e lo gusta con un cucchiaino) oppure aggiungerlo a yogurt e macedonie, ma puoi anche usarlo per preparare uno smoothie ricco di vitamine: sbuccia due kiwi e una mela verde, metti nel frullatore con acqua o se vuoi del succo di mela. Frulla e bevi.

TAG
KIWI
APPROFONDISCI
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario
I magici cibi che rinforzano il sistema immunitario

Sconfiggi virus e batteri potenziando le autodifese dell'organismo

CONSIGLIATO PER TE
Curarsi Mangiando
Curarsi Mangiando

Abbonamento 12 numeri

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?