Mangiare sano
Con i broccoli fai scorta di fibre e minerali

Cotti, crudi, appena scottati o centrifugati, i broccoli sono una preziosa fonte di sostanze utili a prevenire calcolie e acidi urici. Se li usi regolarmente aiuti anche le ossa

Fanno parte della famiglia delle Crucifere come il cavolo, la verza, il rapanello, il cavolfiore e la rucola. Ma in realtà di broccoli ne esistono due qualità: il cavolo-broccolo, dal colore verde scuro, e il cavolo cimoso (o romano), dal colore verde brillante, riconoscibile facilmente perché si presenta con una forma sorprendentemente geometrica. I broccoli, come tutti gli altri ortaggi appartenenti alle Crucifere, hanno indiscutibili proprietà salutari.

Leggi anche: scopri tutte le virtù segrete dei broccoli

Abbassano i livelli di acidità

Intanto sono cibi alcalini, ovvero spostano il pH del corpo verso una condizione di minore acidità, una condizione organica che permette di mantenere le difese immunitarie alte e di avere un “terreno organico” ostile all’insorgere delle infiammazioni dovute al consumo eccessivo di cibi raffinati, grassi saturi e di proteine animali. Grazie all’alto potere antinfiammatorio, i broccoli prevengono le malattie cardiache, le artriti e le patologie autoimmuni. Sono molto ricchi di calcio, potassio e ferro: nella dieta vegan il loro consumo è indispensabile. Contengono anche una buona dose di fibre e soprattutto di vitamine (A e C) e una varietà immensa di flavonoidi, indispensabile scudo contro l’attacco dei radicali liberi. I broccoli sono cibi disintossicanti grazie ai loro enzimi che depurano sangue, reni e la ghiandola epatica.

Ricetta: pescatrice con broccoli e zafferano

Hanno un’azione antitumorale

Ma l’attenzione degli studi di settore negli ultimi anni si è concentrata sul potere anticancro dei broccoli, che contengono due molecole con un altissimo potere detossinante: sulforafano e indolo-3-carbinolo. Quest’ultimo controlla il metabolismo degli estrogeni e ha un’azione inibente nella formazione dei tumori, soprattutto quelli ormonodipendenti (mammella, prostata). Il sulforafano è stato riconosciuto come una delle sostanze con più alto potere disintossicante: è utile nell’eliminazione delle cellule cancerogene.

I broccoli rinforzano i reni e le ossa

Grazie alla loro straordinaria dotazione di antiossidanti, i broccoli andrebbero inseriti quotidianamente nella dieta soprattutto dopo i 45 anni: oltre che ferro e calcio, fondamentali per la salute di sangue, midollo e apparato urinario, apportano potassio e acidi organici che aumentano il livello di alcalinità dei tessuti, prevenendo i fenomeni infiammatori.

L’idea in più: trasforma i broccoli in succo

Un succo di broccoli bevuto come aperitivo prima di pranzo diventa un toccasana per tamponare l’acidità gastrica e attenuare i sintomi dell’Helicobacterter pylori che, se trascurato, può favorire l’infiammazione cronica dello stomaco e l’ulcera. Metti nella centrifuga o nell’estrattore di succhi 4-5 cime di broccolo, un pezzetto di sedano e una mela verde. Versa il succo ottenuto in un bicchiere e gustalo prima dei pasti, con una presa di curcuma.

APPROFONDISCI
Il dizionario dei minerali

Ecco quelli più utili per la tua salute

CONSIGLIATO PER TE
I manuali di Riza: Calcio e Vitamina D

Sono i tuoi alleati vincenti

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?