La frittura giusta non fa ingrassare!
Dimagrire

La frittura giusta non fa ingrassare!

Non è vero che i cibi fritti siano per forza attentatori della linea e della salute: ecco gli accorgimenti, i piccoli trucchi e le regole base per trasformare un nemico in un alleato del peso e della forma fisica

Una lettrice di Dimagrire, invia questa lettera alla redazione: “Mi chiamo Marisa, ho 54 anni, sono alta 1,65 e oggi peso 76 chili. Negli ultimi mesi, grazie ai vostri preziosi consigli ne ho persi già 8; so bene che il percorso è appena iniziato, ma sento di essere sulla strada giusta. Ho una domanda per voi: sono ligure e non so resistere alla tentazione di acciughe e fiori di zucca in pastella. Posso continuare a perdere peso pur mangiando, una volta ogni tanto, il fritto? E se sì, come posso inserirlo nel pasto senza mettere a rischio la linea? Grazie.”

Una frittura ogni tanto? Ecco perchè sì!

Tutti sanno che il fritto è una pietanza calorica, ma se viene che se gustato ogni tanto e preparato seguendo le giuste regole e con gli abbinamenti  correttamente non incide sull’aumento di peso. Certo è che ci troviamo di fronte a un piatto che è una gioia per gli occhi e per il palato e che può benissimo esserer inserito nella nostra dieta come strappo, una sorta di carica per proseguire nel percorso di dimagrimento.

L’olio dev’essere di qualità e nella giusta quantità

L’olio è, senza dubbio, il veicolo di una buona e sana frittura. La varietà sbagliata o la quantità ridotta fa sì che l’alimento assorba troppo grasso di cottura ( nove calorie in più per ogni grammo di olio assorbito) rendendo difficoltosa la digestione e mettendo a rischio la linea. Quindi, primo punto, l’olio deve essere extravergine di oliva o di girasole alto oleico (consigliato in particolare per le fritture brevi, quando si deve friggere un solo alimento), entrambi ricchi di grassi monoinsaturi (più stabili al calore) e con un punto di fumo alto. Occorre evitare che l’olio durante la cottura raggiunga la temperatura alla quale inizia a degradare la propria struttura molecolare (cioè il punto di fumo) perché possono svilupparsi sostanze tossiche e dannose per l’organismo. Secondo punto, l’olio deve essere abbondante e non fumante. Non bisogna temere di utilizzare l’olio per una frittura: più se ne versa, più il fritto risulterà leggero. Prima di immergere il cibo nella padella, verificate che l’olio sia ben caldo: 170 °C. E attenzione: il sale, un pizzico, va aggiunto solo alla fine per evitare di abbassare il punto di fumo e non rischiare l’ossidazione dell’olio. Terzo punto, a cottura terminata, scolare bene ogni alimento con una pinza e poi assorbrei l’olio in eccesso con la carta assorbente, tamponando almeno tre volte.

La panatura migliore? Solo farina

La scelta migliore sarebbe quella di infarinare il cibo (perfetta a questo proposito è la farina di riso) prima di friggerlo: con questa modalità viene assorbito solo la metà dell’olio rispetto a un alimento impanato come la cotoletta. La classica pastella o la tempura, infatti, assorbono tantissimo olio, ma se proprio non si riesce a rinunciare alla panatura consideriamo la frittura un primo ed evitiamo pane, pasta e la frutta a fine pasto. Completiamo il piatto con carciofi, rucola o radicchio e un bicchiere d’acqua con succo di limone. 

Sì al piacere, no ai chili in più: ecco la ricetta per te

Ecco come preparare un frittura bilanciata (proteine 39 g, grassi 14 g, carboidrati 30 g) da 400 calorie a porzione. Per 4 persone. Procurati 1 kg di seppioline, scampi, calamari, piccole sogliole; 200 g di farina; 1 litro di olio extravergine; sale fino e foglie di lattuga. Inizia asciugando il pesce, poi infarinalo e friggilo in abbondante olio caldo a 170 °C. Quando è pronto, scola e metti su carta assorbente. Aggiungi  due pizzichi di sale e servi sulle foglie di lattuga.

TAG
FRIGGERE
FRITTURA
CIBO FRITTO
APPROFONDISCI
Alimentazione Naturale
Alimentazione Naturale

La natura “sa” sempre cosa serve al nostro corpo per stare bene...

CONSIGLIATO PER TE
Dimagrire
Dimagrire

Dimagrire è la rivista con i consigli pratici per non ingrassare e perdere peso.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?