Via i grassi con il fico d’India
Cibo

Via i grassi con il fico d’India

Grazie alle sue fibre vegetali questo frutto riduce l’assimilazione dei lipidi e degli zuccheri il cui eccesso causa sovrappeso

Il fico d’India è una pianta nativa del Messico che appartiene al genere Opuntia, diffusa attualmente nel bacino mediterraneo, e in particolare in Sicilia. Il succo che si estrae dai suoi frutti possiede proprietà lassative e diuretiche, mentre le foglie, oltre a contenere fibre solubili e insolubili, sono ricche di minerali, vitamine e antiossidanti. Le fibre del fico d’India favoriscono il senso di sazietà consentendo così di evitare di sgranocchiare fuori pasto; inoltre, sono utili per assimilare meno grassi e zuccheri, controllando la glicemia nel sangue e il sovrappeso, e per favorire il transito intestinale. Il fico d’India contiene anche niacina (vitamina B3) che rallenta la trasformazione degli zuccheri ingeriti in glicogeno e quindi in grasso che si deposita nei famosi punti critici: pancia, fianchi e glutei.

I suoi frutti ti disintossicano

I frutti freschi, oltre a contenere fibre snellenti, sono ricchi di vitamina C, potassio e magnesio. Consumati regolarmente, facilitano la diuresi e favoriscono l’eliminazione dei calcoli renali; in più, contribuiscono a ridurre il colesterolo “cattivo”.

Come utilizzarlo per dimagrire

Perché ti fa bene

Il fico d’India contiene le fibre solubili e insolubili che servono a controllare l’appetito, ridurre l’assimilazione di grassi e zuccheri e contrastare la stitichezza. Inoltre, consente di eliminare più facilmente il grasso addominale e i liquidi in eccesso.

Il momento migliore

Assunto mezz’ora prima dei pasti controlla l’appetito e permette di assimilare meno zuccheri e grassi. Inoltre, consente di evitare i picchi glicemici dopo i pasti causa di una per-produzione di insulina che comporta un maggior accumulo di adipe.

Le giuste quantità

Puoi assumere il fico d’India in capsule o compresse (2 compresse o capsule prima di pranzo e cena). In commercio trovi anche lo sciroppo o succo.

Il succo per vincere ritenzione, cellulite e sovrappeso

Ricco di sali minerali e antiossidanti, il succo concentrato di fico d’India favorisce la produzione di sostanze antinfiammatorie che stimolano la diuresi e contrastano la ritenzione e la cellulite. È inoltre una fonte preziosa di opuntiamannano (mucillagini), al quale si deve la capacità di legare i grassi e gli zuccheri ingeriti, rendendoli così meno assimilabili per l’organismo, che li elimina senza trasformarli in adipe. Per usufruire delle sue proprietà, sciogline 10 ml in una bottiglietta d’acqua da 500 ml da bere a sorsi durante la giornata, lontano dai pasti, per almeno un mese.

Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?