Cibo
Kiwi, il re degli antiossidanti

Il kiwi è il frutto più famoso della Nuova Zelanda, contiene numerose sostanze benefiche utilissime per rallentare i processi di invecchiamento cellulare

Il kiwi, buono e salutare

Mangia kiwi e vivrai a lungo! E' questo il messaggio che sembra emergere dall'ultimo studio dei ricercatori della Teikyo University di Tokyo (Giappone). Secondo una ricerca pubblicata dalla rivista Biological And Pharmaceutical Bulletin, il kiwi, grazie al prezioso mix di sostanze che contiene, sarebbe in grado più di qualunque altro frutto di proteggere il corpo dai danni dell'invecchiamento.

LEGGI ANCHE Due kiwi al giorno, elisir per gli occhi

Proprietà del kiwi

Il kiwi è da sempre conosciuto per essere uno dei frutti più ricchi in assoluto di vitamina C, molecola fondamentale per la formazione del collagene e per il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario. Grazie allo studio dei ricercatori giapponesi ora si è scoperto che il kiwi possiede un'altissima concentrazione di polifenoli. Essi sono delle molecole anti-ossidanti in grado di proteggere le nostre cellule dai danni causati dai radicali liberi, tipici dell'invecchiamento, e di attivare in maniera ottimale il sistema immunitario.

LEGGI ANCHE Carenza di vitamina C? Prova il kiwi

Difese immunitarie al top con il kiwi

Proprio quest'ultimo aspetto è stato attentamente valutato nello studio giapponese. In particolare sono stati comparati diversi frutti come le arance e i pompelmi. Dagli esperimenti è emerso che il kiwi è in grado di attivare meglio le nostre difese immunitarie rispetto a questi due frutti. Come dichiara Haruyo Iwasawa, uno degli autori della ricerca, «abbiamo dimostrato che il kiwi ha forti effetti antiossidanti e, in particolare, le qualità migliori sono risultate la "Gold" e la "Verde"».

Daniele Banfi

APPROFONDISCI
Acido ialuronico, elastina e collagene

Tutti i segreti del lifting naturale

CONSIGLIATO PER TE
I meravigliosi burro di Karité e olio d'Argan

Il burro di Karité e l’olio di Argan si ricavano dai semi di due...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?