Dolori mestruali: i rimedi naturali
Sos salute

Dolori mestruali: i rimedi naturali

Integratori vegetali, tisane, infusi sono i migliori alleati contro disturbi e dolori del ciclo, sindrome premestruale, irregolarità e dolori al seno

Soprattutto nelle ragazze giovani, ma anche nelle donne più mature, il ciclo mestruale è un evento fisiologico che può portare disagio se accompagnato da piccoli disturbi fastidiosi o da vere e proprie alterazioni. Talvolta può trattarsi di flusso doloroso, in altri casi è l’alterazione del ciclo (in eccesso o in difetto) a porre dei problemi che vengono qualificati come polimenorrea e amenorrea, in altri casi ancora si può soffrire di una sindrome premestruale particolarmente “pesante”, che genera malesseri fisici ma anche psicologici.

LEGGI ANCHEL'aromaterapia per i disturbi femminili

Anche l’umore ne risente

In molte donne nei giorni che precedono il ciclo gli squilibri ormonali (soprattutto un eccesso di estrogeni rispetto al progesterone) possono causare un disagio fisico ed emotivo che prende il nome di “sindrome premestruale”, caratterizzata da sintomi come oscillazione dell’umore, stanchezza, ritenzione idrica, indolenzimento del seno e cefalea. Anche se i disturbi scompaiono con l’arrivo delle mestruazioni, le erbe e qualche minimo ritocco alla dieta alleviano i sintomi e ripristinano un corretto equilibrio ormonale. I rimedi verdi sono utilissimi, ma vanno assunti solo dopo che il ginecologo abbia escluso la presenza di patologie specifiche.

LEGGI ANCHEDisturbi mestruali: cosa dice la psicosomatica

L’agnocasto regola la secrezione ormonale

Le bacche di agnocasto hanno proprietà sedative e antispasmodiche e favoriscono il riequilibrio ormonale. In commercio si può trovare l’estratto standardizzato di questa pianta, molto utile per alleviare i sintomi della sindrome premestruale come depressione, mal di testa, ansia e ritenzione idrica. Inoltre può essere utilizzato anche nei casi di irregolarità mestruale. Puoi assumere una capsula al giorno con acqua preferibilmente durante il pasto. Normalmente gli effetti sono visibili dopo almeno un mese di somministrazione, per questo si consiglia una certa regolarità nell’utilizzo.

L’angelica risolve l’amenorrea e fa tornare le mestruazioni

Il dong quai, detto anche “Angelica sinensis” viene utilizzato nella medicina tradizionale cinese, in combinazione con altre piante, per tutte quelle problematiche dovute alle irregolarità ormonali poiché favorisce la riarmonizzazione dei livelli di estrogeni. Inoltre favorisce la circolazione sanguigna e contrasta efficacemente la ritenzione idrica che si presenta spesso in fase premestruale. Una capsula al giorno con acqua, a colazione, per 2-3 mesi, sospendendo per i giorni del ciclo (se ricompare).

Prova anche mirtillo rosso e lampone: leggi come fare qui

La tisana che elimina tensioni e ritenzione idrica…

Ti occorrono: Ciliegio, peduncoli 40 grammi. Passiflora, fiori 40 grammi. Finocchio, frutti 20 grammi. Versa una tazza d’acqua bollente su un cucchiaio di miscela e lascialo in infusione per 15 minuti prima di filtrare. Bevine 2 tazze al giorno nei dieci giorni prima dell’arrivo delle mestruazioni, anche per lunghi periodi. Questa tisana possiede buone proprietà diuretiche, calmanti e digestive. È un efficace rimedio anche per chi soffre di insonnia prima dell’inizio del ciclo.

…e quella che attenua l’indolenzimento del seno

Per prepararla servono; estratto di corteccia di viburno 30 ml zafferano in polvere, 2 bustine. Mescola i due ingredienti e riponili in un barattolo di vetro scuro. Agitali prima dell’uso: mettine mezzo cucchiaino in poca acqua calda due-tre volte al giorno (escludendo i giorni del ciclo) e bevi fino a miglioramento. Il viburno americano favorisce il rilassamento uterino e ha un’azione benefica su tutti gli stati tensivi che si manifestano prima del ciclo. Lo zafferano è antispasmodico, contribuisce ad attenuare i dolorosi crampi mestruali, stimolando delicatamente il flusso e riducendo l’indolenzimento al seno.

Inizio del ciclo? Aumenta il consumo di calcio...

L’inizio del ciclo è un momento fondamentale per la giovane donna sotto il profilo fisico ed emotivo. Per questo già a partire da questa fase bisogna assicurarsi che l’organismo abbia a disposizione le giuste dosi di calcio e acido folico, gli integratori femminili per eccellenza. Il periodo di massimo assorbimento del calcio nella donna si aggira intorno al menarca (la prima mestruazione) e diminuisce progressivamente con gli anni. Un giusto apporto di calcio in adolescenza, da assumere soprattutto tramite l’alimentazione, è quindi strategico per la prevenzione di un’eventuale osteoporosi. La giornata può iniziare con uno yogurt magro con un cucchiaio di semi di sesamo tostati, che apportano circa 500 mg di calcio. Come spuntino, scegli 2 fichi secchi e una spremuta d’arancia. Per arrivare a colmare il fabbisogno quotidiano, la mattina a digiuno prendi una tavoletta di calcio da 500 mg.

... Ma non scordare l'acido folico

L’acido folico è il “carburante” fondamentale per sostenere i momenti di crescita e la produzione di cellule sane; è dunque essenziale già nella fase della pubertà perché aiuta a gettare delle solide fondamenta per eventuali future gravidanze. Fai una colazione con cereali, fragole e lamponi, un pranzo con una porzione di lenticchie stufate, cavolfiore e spinaci: già questi due pasti coprono le esigenze quotidiane di folati. In alternativa, prendi una compressa di acido folico da 500 mg ogni mattina.

APPROFONDISCI
Guida pratica alle cure naturali
Guida pratica alle cure naturali
Erbe, integratori e oli essenziali per la salute di tutta la famiglia
CONSIGLIATO PER TE
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?