Due gocce d'origano in difesa del cavo orale
Sos salute

Due gocce d'origano in difesa del cavo orale

In olio o in infuso, quest’erba dal sapore piccante ha una buona azione germicida e  aiuta a risolvere anche mal di gola e cattiva digestione

L’origano è una pianta aromatica largamente impiegata in cucina: sparso sul cibo insaporisce i piatti e, in più, esplica un’importante azione come pianta medicinale; infatti è ottimo contro tutti i disturbi correlati alla cattiva digestione, che vanno dall’emicrania alla flatulenza. Il nome dell’origano deriva dal greco oros (“monte”) e ganos (“splendore”). Origano significa dunque “monte splendido”, perché quando fiorisce le sue corolle rosate ricoprono le colline, donando una visione di estrema bellezza. 

 

Neutralizza l’azione di germi, funghi e batteri

L’origano, però, non possiede solo virtù digestive ma è un ottimo antibatterico, antisettico e antifungino. Queste proprietà sono dovute all’azione dell’olio essenziale presente nella pianta. Opportunamente diluito con un olio base, come olio di mandorle dolci o olio di jojoba, può essere impiegato con successo contro il piede d’atleta, un’affezione fungina che colpisce il piede determinando dolorose spaccature tra dito e dito. Se aggiungiamo qualche goccia di olio essenziale a un bicchiere di acqua depurata, meglio se bollita di fresco, possiamo ottenere un collutorio antibatterico assai utile in caso di gengiviti, infiammazioni del cavo orale e della gola. Lo stesso collutorio è un ottimo rimedio anche contro il mal di denti.             

 

Da bere o da massaggiare, combatte afte e stomatiti

L’infuso di origano è particolarmente efficace contro le infezioni del cavo orale (afte e stomatiti) ma anche contro il mal di gola e la tosse, poiché associa un’azione sedativa a una fluidificante. Si prepara ponendo in infusione per 10 minuti 15 grammi di origano (sommità fiorite) in un litro di acqua, quando questa ha raggiunto l’ebollizione. Alla fine si filtra e se ne bevono 2-3 tazze al giorno, dolcificando eventualmente con un cucchiaino di miele. E se, come spesso accade in primavera, si soffre di sanguinamenti delle gengive, dopo il lavaggio è utile massaggiare sul colletto dei denti una goccia di olio essenziale d’origano: oltre a rinfrescare l’alito, ha un’azione antibatterica e rinforzante sulle mucose della bocca.

TAG
ORIGANO
DIGESTIONE
EMICRANIA
D
ATLETA
INFIAMMAZIONE
GOLA
AFTE
STOMATITI
TOSSE
MAL DI GOLA
APPROFONDISCI
Il formidabile zafferano
Il formidabile zafferano

È la sostanza naturale più ricca di antiossidanti, salva il cervello e la circolazione

CONSIGLIATO PER TE
La digestione è la fonte della salute
La digestione è la fonte della salute

Come eliminare acidità, gonfiori, stipsi e colite, con i rimedi naturali una volta per tutte.

AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?