Erbe e fitoterapia
Camomilla, toccasana di inizio marzo

Questa pianta è famosa per le sue proprietà rilassanti, ma i fiori della camomilla sono utili anche contro gastriti, crampi e infiammazioni cutanee

Abbandoniamo il rigore invernale con la dolcezza della camomilla, una pianta di facile coltivazione conosciuta sin dall’antichità per il suo effetto calmante e lenitivo. La camomilla è l’erba che ci riporta in equilibrio in un mese turbolento come marzo prossimo venturo e riempiendo i balconi di chi la coltiva con i suoi fiorellini bianchi e gialli. Questa comune pianta annuale appartenente alla famiglia delle Asteracee trae il suo nome dal greco chamai , “piccolo”, e melon , “mela”, sempre in greco, per via dell’aroma fruttato che rilasciano le sue corolle. Ne esistono due tipi: la camomilla comune o matricaria, che cresce in cespuglio e può raggiungere il metro d’altezza, e la camomilla romana, una perenne più bassa che cresce al suolo libera.

LEGGI ANCHE camomilla, tutte le proprietà e i modi d'uso

La camomilla non placa solo l’insonnia

Tutti sanno che la camomilla previene l’insonnia, ma contiene anche molti composti antispasmodici e antinfiammatori ed è per questo che viene usata per curare la gastrite o i crampi intestinali o legati alle mestruazioni. Se somatizzi lo stress con acuti dolori di stomaco curati con la camomilla: metti in infusione un cucchiaio di fiori secchi (o 2 di fiori freschi) in un litro di acqua fredda senza riscaldare. Filtra e dolcifica con un cucchiaio di miele d’acacia. Per via dei suoi componenti amari la camomilla è efficace anche per alleviare l’areofagia: metti in infusione per 10 minuti 2 cucchiaini di fi ori secchi in una tazza d’acqua bollente aggiungendo un cucchiaino raso di finocchio per migliorare il gusto e aumentare l’effetto carminativo. Il suo effetto sfiammante è utile anche in caso di infiammazioni articolari o reumatismi, bevendo almeno 2 tazze di infuso al giorno per un mese.

Camomilla, pronto soccorso anche per la pelle

Se soffri di eczema o infiammazioni cutanee prova un bagno rilassante di fiori di camomilla; basta versare un litro di infuso forte di camomilla matricaria nella vasca da bagno, immergersi per 15 minuti e infine fare un massaggio con un olio così preparato: mescola 5 gocce di olio essenziale di camomilla romana in un cucchiaio di olio di cocco e massaggia in particolare sulle zone arrossate. Preparati all’arrivo della stagione delle allergie diffondendo in casa, in particolare al mattino, alcune gocce di olio di camomilla. Quando l’allergia si presenta massaggiane qualche goccia sulla pianta del piede o inala direttamente qualche goccia del suo olio nesso su un fazzoletto.

APPROFONDISCI
Il formidabile cocco

Abbassa la pressione, regola il colesterolo, fa dimagrire e rigenera il cervello

CONSIGLIATO PER TE
I meravigliosi burro di Karité e olio d'Argan

Il burro di Karité e l’olio di Argan si ricavano dai semi di due...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?