Bellezza
Via i cuscinetti con il “cupping”

Il cupping è una tecnica che sfrutta l’azione a ventosa di piccole coppette di silicone: mobilitano gli accumuli adiposi e così smaltirli è più facile

Grasso, edemi, cellulite? Ti aiuta il “cupping”, termine che potremmo tradurre come coppettazione perché questo particolare ed efficacissimo massaggio sfrutta l’uso di alcune coppette particolari. Realizzate in vetro, ceramica, ma oggi
anche in pratico silicone, queste coppette aderiscono alla pelle con effetto ventosa e mosse lungo
il corpo eseguono un trattamento che mobilita il grasso e facilita l’eliminazione di liquidi e tossine. Ma cosa fa esattamente il cupping? l’azione delle coppette rigenera il terssuto connettivo e stimola la circolazione sanguigna e linfatica. Il cupping può essere effettuato su tutto il corpo, insistendo in particolare su cosce, glutei e addome.

Leggi anche: i rimedi naturali contro la cellulite

Fai il cupping pochi minuti, due volte a settimana

La tecnica del cupping è semplice e si effettua posizionando la coppetta sul punto del corpo da trattare. Svuotandola dell’aria e facendola aderire alla pelle, la si muove poi avanti, indietro e circolarmente, dopo aver spalmato sulla cute un olio, che facilita i movimenti e lo scorrimento della coppetta stessa. Questo massaggio ricorda anche il palper-rouler, uno dei metodi più efficaci per combattere la cellulite, che si esegue “pinzando” la pelle tra il pollice e l’indice e facendola scivolare e rotolare tra
le due dita, mantenendo la presa. Nel cupping, questo effetto è dato appunto dal “risucchio” che la coppetta fa su una porzione di tessuto. Per vedere gli effetti, bastano pochi minuti, due o tre volte alla settimana: 7-8 minuti su ogni punto critico sono sufficienti. Solo un accorgimento: le coppette possono lasciare sul corpo segni rossi anche per qualche ora. Indicano che la circolazione si è riattivata, ma è un dettaglio di cui tenere conto se devi scoprire le gambe. 

Per aiutare il cupping, usa l’olio di carota

Fino a qualche tempo fa, il cupping veniva eseguito solo nei centri estetici o specializzati in medicina orientale. Oggi esistono in commercio kit completi con coppette di silicone e oli per un cupping “casalingo” da effettuare quando vuoi, nei momenti di pausa e relax, ad esempio mentre guardi la tv. Con un poco di costanza i risultati non mancheranno di certo: i tessuti diventeranno anche più tonici e sodi. Per aiutare il cupping fai da te, puoi scegliere diversi oli da massaggio da usare per far scivolare meglio sulla pelle le coppette. Noi ti consigliamo quello di carota, ricco di betacarotene, vitamine e acidi grassi essenziali. Questo olio non solo nutre l’epidermide, ma ha anche spiccate virtù drenanti, aiuta il sistema linfatico nella rimozione delle tossine e stimola la circolazione, completando così l’efficacia del cupping.

APPROFONDISCI
Le combinazioni alimentari dimagranti

Il segreto per perdere peso è abbinare bene i cibi

CONSIGLIATO PER TE
Cibi sì e cibi no per dimagrire

Così acceleri il metabolismo, elimini il gonfiore addominale e vinci le intolleranze alimentari

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?