Star bene con se stessi: l’unica cosa che conta

L’autostima arriva solo se accetti quel che sei e ti affidi al nucleo più autentico e originale di te, che conosce la strada da fare per realizzarti: ecco come fare

In quest’opera, assieme agli autori che hanno collaborato alla stesura, ho voluto raccogliere e presentare i codici di comportamento fondamentali per imparare a stare bene con noi stessi. Oggigiorno, tutti si imbattono in un grande nemico, il vero avversario sulla strada dell’autostima: la convinzione di non andare bene. Col tempo, il pensiero “esterno”, il pensiero degli altri si insinua nella nostra mente con frasi come: “questo non dovevi farlo”, “non dovevi comportati così”, “in quest’occasione non sei stato all’altezza”, “devi migliorare questo lato del tuo carattere”…

Ama le tue contraddizioni e smetti di criticarti

Così non va: la prima regola per ritrovare la fiducia in se stessi consiste nell’amare le proprie contraddizioni, non certo nel risolverle o peggio nell’eliminarle. Stare bene con se stessi vuol dire smettere di dirsi ogni giorno come si deve o si dovrebbe essere e cominciare a percepire le emozioni che si formano “così come sono”. Occorre dirsi: “Sento salire l’invidia, la gelosia, la tristezza, la rabbia: prendo atto e le accolgo senza cercare di modificarle o mandarle via”. 

Sei un dipinto originale e unico

Dentro ognuno di noi, qualcosa sta costruendo una particolare “diversità”, una trama unica: ogni sforzo fatto per assomigliare a qualcosa di esterno è dunque immaginabile come una freccia scagliata contro questo lato unico, contro la nostra peculiarità, contro quello che ci caratterizza nel profondo. Ognuno è diverso, ognuno è unico: pertanto, i codici di cui parliamo in questo corso pratico (che trovate in edicola da solo o allegato a Riza Psicosomatica), poggiano su una convinzione profonda e sorprendente: non c’è nulla da migliorare, ognuno va bene com’è. Non serve diventare più buono o più maturo o più forte. Senza il nostro parere, il cervello evolve dall’embrione, al feto, al bambino, al ragazzo, fino alla maturità: ciò significa che qualcosa da dentro ci guida, non siamo noi a farlo!. La vera partita è quindi “farsi da parte”, non criticare, non commentare, ma guardare, contemplare.

Senza sforzo, emergono i tuoi veri talenti

Se guardo dentro di me senza un parere e senza giudizio, allora i talenti che possiedo possono venire spontaneamente alla luce. Affinché una persona li possa “produrre”, occorre che si distolga dalle qualità degli altri, dalle ambizioni degli altri, dal voler essere come gli altri.  Esiste una frase magica che dobbiamo ricordare sempre per ottenere la fiducia in noi stessi:  “Non devo cambiare nulla di ciò che scopro dentro di me e non devo mai cercare di cambiare il mio carattere.” Questo corso pratico serve a imparare e ad accettare che una trama misteriosa stia conducendo la tua vita. Se ti lasci condurre da questo nucleo, la fiducia e l’autostima arriveranno senza sforzo. Buona lettura!

LEGGI L'ANTEPRIMA

APPROFONDISCI
Corso pratico per ritrovare la fiducia in se stessi
Corso pratico per ritrovare la fiducia in se stessi
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?