Paura del buio negli adulti: cause, soluzioni, psicologia
L'aiuto pratico

Paura del buio negli adulti: cause, soluzioni, psicologia

La paura del buio colpisce molti bambini, ma quando capita agli adulti è fonte di imbarazzo e vergogna: scopri cosa la innesca e come superarla

Un lettore di Riza Pscisosomatica scrive alla redazione per parlare di un problema più diffuso di quanto si pensi: la paura del buio negli adulti.

“Sono un ragazzo di 28 anni e vi chiedo aiuto per un disagio davvero imbarazzante: alla mia età ho ancora paura del buio. Me ne vergogno tanto ma è più forte di me. Non sono capace di dormire se in camera non c’è almeno una lucina accesa. Se va via la corrente è il panico, per fortuna ho sempre una pila a disposizione. Anche guidare di notte mi piace poco e gli ambienti poco luminosi non fanno per me.

Mi rendo conto che è una cosa sciocca e vorrei risolverla al più presto, perché incide pesantemente sulla mia vita. Dire a una donna che passa la notte con me che occorre tenere la lampada accesa perché ho paura del buio è davvero avvilente. Così invento delle scuse, ad esempio che non riesco ad addormentami senza un po’ di luce, ma l’ultima volta è accaduto che la mia partner, alzandosi di notte, l'abbia spenta. Poco dopo mi sono svegliato anch'io e ho fatto una scena pietosa perché mi sono trovato nel buio pesto, urlando di terrore e spaventandola.

A questo punto ho dovuto dire la verità e anche se è stata apparentemente comprensiva, nei suoi occhi ho letto incredulità e imbarazzo e non voglio che ricapiti. Per il resto sono normale, faccio una vita regolare, non ho vizi, sono un tipo casa e ufficio e poco altro. La cosa curiosa è che da bambino ero super vivace, facevo impazzire tutti e il mio gioco preferito era nascondino! La paura del buio è arrivata dopo i 13/14 anni e da allora non mi ha più abbandonato, mentre sono diventato molto più tranquillo di quando ero piccolo. Che cosa devo fare per superare un disturbo così stupido e infantile?"

I sintomi della paura del buio

La paura del buio è una sensazione di forte disagio e angoscia trovandosi in ambienti oscuri. Chiamata anche nictofobia o acluofobia, colpisce generalmente i bambini, per i quali è spesso solo una tappa del percorso di crescita. La paura del buio in età adulta invece non è solo fonte di imbarazzo, ma presenta anche dei sintomi molto fastidiosi. I principali sono:

  • secchezza delle fauci
  • tachicardia
  • respiro affannoso
  • crisi d'ansia simili al panico
  • difficoltà ad addormentarsi
  • sporadiche sensazioni di distacco dalla realtà

Paura del buio negli adulti: le cause

La paura del buio negli adulti viene a volte innescata da un periodo di forte stress o dall'aver vissuto un'esperienza spiacevole come un furto notturno nei propri appartamenti. In questi casi è temporanea e passa quasi sempre da sé. Solo alcuni traumi particolarmente violenti possono generare forme di paura del buio più resistenti, ma qui alla base della fobia c'è un'altra patologia clinica, il disturbo post traumatico da stress, che deve essere trattata con la psicoterapia.

LEGGI ANCHEQuando la notte fa ancora paura

Temere l'Ombra, l'oscurità dentro di sé

Quando la paura del buio diventa cronica, come nel caso del nostro lettore, e se il suo esordio avviene nella prima adolescenza, il discorso si complica: questa fobia parla del rapporto di chi ne soffre con il suo mondo interno, con il buio interiore, l'Ombra, il lato "oscuro" della personalità di un individuo, opposta all'immagine esteriore che Carl Gustav Jung, il grande psicoanalista svizzero, chiama Persona o Maschera. Nella superficie, si teme l'oscurità che potrebbe nascondere pericoli reali o immaginari, nel profondo si ha timore di incontrare e fare i conti con una parte inquietante di se stessi.

Questo incontro/scontro con l'Ombra, territorio psichico denso di desideri conturbanti, ha inizio proprio negli anni dell'adolescenza, quando allo sviluppo dei caratteri sessuali secondari si accompagnano importanti evoluzioni del carattere. In questa fase della vita assistiamo a un mix di paure e aspirazioni, fughe in avanti e regressioni repentine che sono l'aspetto evidente della lotta interiore che ogni ragazzo vive.

Se il buio è solo fuori, diventa un mostro: affrontalo così

Se questa battaglia è troppo dura da sostenere, l'inconscio espelle il problema proiettandolo fuori e generando di conseguenza la paura del buio. Se non ci si accorge per tempo del meccanismo, la difesa si cronicizza e trasforma il buio in un nemico perenne. Forse in quegli anni qualcosa di simile è capitato al nostro lettore, che da bambino vivace e ribelle si è trasformato in un ragazzo tranquillo e pacifico, ma anche timoroso. Ancor oggi, del resto, si descrive come una persona molto regolare, tranquilla, pacifica, senza vizi. Forse troppo: dove è finito quel bambino super vivace che "faceva impazzire tutti" e che adorava un gioco come nascondino, che implica inevitabilmente il contatto con il buio?

Occorre ritrovarlo, o la paura del buio non lo abbandonerà mai. Come? Per prima cosa, smettendo di considerare la fobia qualcosa di stupido e infantile: così facendo si rafforza soltanto. Poi creando artificialmente dei piccoli spazi di buio "controllato" nella vita quotidiana, sostare in essi fin che si riesce, richiamando contemporaneamente alla memoria il bambino vivace che non temeva il buio. Come si comporterebbe oggi il fanciullo di allora? Avrebbe anche lui paura? Crediamo proprio di no...

A tappe, questo esercizio potrà essere protratto nel tempo e il nostro lettore si accorgerà di poter stare nell'oscurità senza troppa angoscia. Al suo fianco avrà sempre una figura amica e protettiva, il bambino nascosto dentro di lui che è finalmente tornato alla luce e che lo stimolerà a vivere una vita autentica, superando quel personaggio iper normale e controllato che recita da troppi anni.

TAG
PAURA DEL BUIO
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
La via dell'anima
La via dell'anima
Dall'alchimia alla psicoterapia le sue leggi misteriose ci guidano a ritrovare noi stessi
VIDEO
La paura del buio
PSICOLOGIA
SPONTANEITÀ
DEBOLEZZE
STAR BENE
PAURA
AUTOSTIMA
BUIO
FOBIE
AGGIUNGI UN COMMENTO
Articoli collegati
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?