L'aiuto pratico
Vuoi stare bene? Ecco dieci regole d'oro

Occuparsi in prima persona di se stessi è la sola strada per stare bene: per aiutarti a farlo nel modo migliore, ecco un decalogo da seguire ogni giorno...

Chiunque tenga davvero alla salute dei propri denti fa cose precisie: li lava almeno tre volte al giorno, usa il filo interdentale, fa visite di controllo periodiche e così via; insoma, dedica tempo e attenzione a una parte importante di sé per evitare disagi, seccature, dolori…Ebbene, se vuoi stare bene psicologicamente, è altrettanto importante dedicare attenzioni e tempo anche alla tua mente. Come farlo? Ecco, al riguardo, alcuni suggerimenti, non in ordine d'importanza: senza troppa fatica, ti aiuteranno a stare bene ogni giorno.

Leggi anche: vivere nel presente, il segreto per stare bene

Immaginare 

Possediamo una grande risorsa, usiamola! Dedichiamo qualche minuto ogni giorno all’immaginazione…lasciamo che si eserciti su qualsiasi cosa e cerchiamo di renderla concreta: si può scrivere una poesia, un pensiero, descrivere un sogno; fare un disegno, anche piccolo, oppure mettere insieme dei colori... farsi affascinare dalla mitologia o dalla storia…immaginare di vivere in un altro luogo ed in un altro tempo: ecco il primo "segreto" per stare bene

Guardarsi e sorridersi

La scienza ha dimostrato che il sorridere è un atto fisicamente complesso che ha riflessi anche sulla mente: l’umore cambia in modo positivo anche se non si è immediatamente disposti al sorriso. Basta provare: per stare bene conta anche l’intenzione... 

Cambiare

Aiutare il cambiamento significa cominciare dalle piccole cose; ci sono, in casa, oggetti che hanno un “loro” posto da sempre? Spostali: modificare un'abitudine anche piccola o adottarne una nuova fa stare bene, come provare un cibo sconosciuto o modificare una ricetta, anticipare o posticipare un gesto abitudinario e così via...

Cercare il vuoto

Il vuoto non è fatto di pensieri, ma di puro sguardo. La natura offre mille possibilità in tal senso: lasciati affascinare dall'acqua che scorre e immagina di scorrere con lei, oppure guarda con attenzione, se capita, una farfalla che si libera dal bozzolo o le bollicine di gas che si formano quando l’acqua sta per bollire…, dedica qualche minuto a una nuvola o alla velocità con cui la luna trascorre nel cielo... il vuoto è come una medicina, fa riposare la mente, dona calma e fa stare bene… 

Dare spazio alle emozioni 

È inutile sfuggire, quando provi rabbia, desiderio o tristezza chiamale con il loro nome senza cercarne i motivi e apri, se è il caso, le porte alla commozione: piangere è un gran sollievo per l’Anima, la fa stare bene, ma lo sono anche altre attività come anche pregare, giocare, camminare senza scopo… 

Parlare a se stessi

Non vergognarti di farlo: raccontati qualcosa, descrivi a te stesso un atteggiamento, una tua caratteristica o quel che vuoi, come se parlassi ad un’altra persona.. Appoggiarsi a se stessi, anche con ironia (“ ti dico questo sapendo che non lo dirai a nessuno…”) rende più leggeri, meno disposti  alla depressione..

Arrendersi

Con la sola forza volontà non elimini le pene, i disagi…È inutile lottare con quelle emozioni che vorresti sconfiggere; dentro di te ogni lotta produce solo danni e ferite, senza vincitori. Per stare bene occorre fare la pace e ammettere che, contro il dolore ad esempio, non puoi fare nulla, solo cedere… se riconosciuto come tale il dolore, sarà meno forte e svanirà...

Non inseguire soluzioni "esterne"

Quando giudichi invivibile la propria vita a causa dei disagi che provi è inutile cercare una soluzione nelle cose esteriori: le soluzioni arrivano da sole, altrimenti occorre affidarsi con fiducia  a uno psicoterapeuta che aiuti ad alleviare i disagi e a metterti in condizione di affrontare meglio le nostre vicissitudini e imparare a stare bene.

Ricordarsi della propria unicità

Sei una combinazione fisica e mentale unica e irripetibile, preziosa quindi per tutto l’Universo e con potenzialità – affettive e intellettive – che il più delle volte non sospetti neanche di avere; siamo un seme  che, nell’ombra e nel silenzio, aspetta di crescere, ognuno a suo modo; essere unici significa anche darsi la possibilità di uscire dal timore del cambiamento.

Custodire un segreto

Proprio così, avere qualcosa da non confidare e da tenere nel proprio intimo. Nulla di necessariamente scabroso; può essere una bambola semi rotta o un pezzo di trenino usati nell’infanzia e nascosti in una scatola, oppure un amore mai dimenticato di cui è rimasta solo una foto; può essere un talismano che ti accompagna da una vita: una pietra, un piccolo oggetto. Un segreto è un patto, un’amicizia con noi stessi da non perdere perché inestimabile, come un piccolo fuoco che non si spegne anche nella notte più buia...

AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Come affronti una delusione amorosa?