Cosa rischi se il lavoro è tutto
L'aiuto pratico

Cosa rischi se il lavoro è tutto

Per una donna privilegiare la carriera rispetto alla famiglia può essere ancora fonte di dubbi e incomprensioni: scopriamo quando sono luoghi comuni e quando no

Una lettrice ci scrive "Mi chiamo Bea e ho quasi 42 anni. Alla vigilia del mio compleanno mi sono fermata, mi sono guardata intorno e ho visto che cosa ho costruito negli anni: in primo luogo, una splendida carriera, ricca di soddisfazioni e riconoscimenti. Sul fronte personale non ho un compagno fisso, non ho un figlio, ho qualche amico vero, eppure sto bene. Molte persone mi dicono di stare attenta: prima o poi mi ritroverò sola e insoddisfatta. Rischio davvero questo?". Cara Bea, dipende da te e da quanto questa scelta sia "figlia" delle tue naturali inclinazioni o meno. Vediamolo nei dettagli.

Non c’è pericolo se ti fa stare bene

  • Se è il tuo modo di crescere
    Guardati, libera da giudizi e false aspettative. Se in te vedi una donna che ha seguito la sua strada, che giorno dopo giorno ha “speso”, e ricaricato, la sua energia vitale prima nello studio, poi nella pratica perché, con consapevolezza, avvertiva che questo era il suo modo naturale di crescere… non hai domande inutili da porti, ma solo proseguire il tuo cammino.
  • Se hai comunque relazioni ricche
    Chi l’ha detto che un’esistenza affettivamente ricca dipenda esclusivamente da una famiglia propria? Se la tua famiglia d’origine, parenti, nipoti, o un gruppo di amici magari con figli, riempiono le tue giornate con la loro presenza e tu le loro… non rimpiangerai qualcosa che, semplicemente, non hai sentito nel tempo come parte di un tuo progetto.
  • Se non scordi il tuo essere donna
    Nel tuo brillante mondo lavorativo non dimenticare il tuo essere donna, il tuo femminile. Mantieni l’attenzione ai dettagli e alla cura di te e soprattutto fai entrare Eros nella tua vita. Passione e coinvolgimento nella sfera privata sono davvero la carica giusta per affrontare anche mille impegni e riunioni con il giusto slancio.

Ma guai se lavori molto per non pensare

  • Tieni lontani i sentimenti
    Attenzione a non cadere vittima di stereotipi che vedono la donna in carriera come esseri freddi, calcolatori e non collaborativi. Ottenere successi sul posto di lavoro non significa per nulla non essere in grado di provare sentimenti: dimostrali, manifestando le tue emozioni senza alcun timore e… il successo professionale e personale sarà completo.
  • Usi il lavoro per scappare...
    Passi più di dieci ore in ufficio, lavori anche la sera a casa e spesso anche nei week-end? Lontana da computer ed e-mail non sai cosa fare e ti senti a disagio? Forse, la tua “passione” per il lavoro è solo il tuo modo di proteggerti dal mondo e di tenerti lontana dalle relazioni. Se è così, è davvero arrivato il momento di spostare lo sguardo e cambiare direzione.
  • ...E ti fermi con l’uomo sbagliato
    Un figlio ora o mai più! Un rapporto stabile di coppia, ora o mai più! Ecco i due pensieri che in molti casi possono spingere a prendere decisioni avventate. E così c’è chi a 40 anni si fidanza con il primo che dimostra un minimo di interesse al tema, ritirandosi bruscamente dal lavoro; ma tutto ha un prezzo spesso troppo alto da pagare in termini di salute e felicità.



 

TAG
LAVORO
APPROFONDISCI
Riza Psicosomatica
Riza Psicosomatica

È il mensile di psicologia che aiuta a occuparsi di sé per vivere bene e migliorare la qualità delle nostre relazioni.

CONSIGLIATO PER TE
Vinci i disagi della vita di tutti i giorni
Vinci i disagi della vita di tutti i giorni
Come eliminare ansia e panico, fare pace con se stessi, superare i conflitti e le sofferenze d’amore, trovare armonia e benessere nei rapporti con gli altri
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?