VIDEO Vincere l'ansia una volta per tutte

Ci sono parole, discorsi e convinzioni che aumentano l'ansia e altri che la fanno andare via. Scoprire la differenza è essenziale per guarire: ecco come fare

Il numero di Riza Psicosomatica in edicola parla dell'ansia, il disagio psicologico più diffuso fra gli italiani. La storia di Cecilia ne è un esempio: soffriva di attacchi d'ansia fin dal mattino e per tutta la giornata, da tempo. Quando l'ho vista per la prima volta, mi ha spiegato i motivi che lei riteneva fossero alla base del disagio: i problemi col partner, la sua freddezza, e anche la durezza del padre.

Raccontava questo e l'ansia saliva. Così, le ho detto: "Ci sono discorsi che aumentano l'ansia, ad esempio questi". Chi legge Riza Psicosomatica sa che il nostro unico compito è diventare grandi osservatori di noi stessi. Non capire, osservare, guardare cosa accade. L'ansia viene con certe parole, non con altre."Non parliamo di quelle che lei pensa siano le cause dell'ansia, ma di un racconto che le piacerebbe narrare. Mi racconti una storia, un romanzo, il suo romanzo". Ha socchiuso gli occhi e ha cominciato a immaginare di essere una contadina che raccoglieva i frutti di un albero... Osservo che nel racconto c'è una tranquillità, una pace, l'ansia è lontana, come se fosse entrata in un regno dove il disagio non c'è. Nelle sedute successive mi racconta di essersi ritagliata dei momenti per dipingere, disegnare: una donna su una barca che andava da sola, fino a portarla vicino a una radura in Oriente.

Nella vita di questa donna è entrata una scena misteriosa e nelle sedute successive il racconto si arricchiva di nuovi particolari. Il disagio scompare quando entrano sulla scena della nostra vita altre immagini, al di là di quelle consuetudinarie. L'ansia non è più tornata. Le ho detto poi queste parole, che ispirano il nuovo numero di Riza Psicosomatica: "Se non conosceva l'ansia, non avrebbe concepito questo racconto. Anzi, è l'ansia stessa ad averlo scritto!". Esiste un doppio dentro di noi e non si manifesta mai come pensiero o ragionamento, ma per vie tortuose. Mentre ti sforzi di essere qualcuno o qualcosa, il doppio agisce dall'interno per portarti verso la tua destinazione, l'ansia è la voce del doppio che ti sta chiamando. Buona lettura!

Riza Psicosomatica è disponibile sia in edicola che sul nostro store online: puoi anche scegliere tra la singola copia digitale o l'abbonamento.

ACQUISTA ORA

Articoli collegati
    Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
    Test della settimana
    Test della settimana
    Come vivi le tue paure?