Il larice: un tesoro di essenze
Salute

Il larice: un tesoro di essenze

Nel periodo fra ottobre e novembre, sui rami del larice maturano I coni, le “pigne”, ricche di sostanze aromatiche, oli essenziali, gemme e resine altamente balsamiche...

Il larice è un albero dalle caratteristiche uniche e particolari. In inverno perde le foglie per proteggersi dal freddo e dal vento d’alta quota. Il suo legno, facile da lavorare e di colore rosso, diventa durissimo se immerso in acqua, caratterisitche che lo rendono molto resistente. Curiosamente, nella tradizione popolare nordica il larice è considerato una difesa contro gli incantesimi e gli spiriti maligni.

Il larice un aiuto indispensabile per la nostra salute

L’aspetto più interessante del larice è che tutte le parti della sua pianta possono essere utilizzate per ritrovare salute e benessere. Con le gemme si può praparare un macerato glicerico (20 gocc, 2 volte al giorno con acqua, per cilci di 3 settimane) utile in caso di bronchite cronica, cistiti ed emorragie. La resina del larice ci dona unguenti disinfettanti in caso di ferite, dolori nervini e malattie della pelle. Questo balsamo efficace si trova in erboristeria e deve essere applicato 1-2 volte al giorno sulle zone da trattare, fino a miglioramento. L’estratto a freddo della corteccia del larice è utilizzato come lassativo, mentre il durame del legno contiene un polisaccaride (chiamato arabinogalactan) che svolge un’azione prebiotica e di modulazione del sistema immunitario.

Rametti di larice nel bruciaessenze o l’olio nel bagno caldo

Per ripulire l’aria da germi e batteri e favorire lucidità mentale e buonumore qualche rametto spoglio di larice, ridotto a tocchetti, lasciato bruciare sopra un carboncino in casa è il rimedio perfetto. Se invece la necessità è liberare le vie respiratorie, versa 2-3 gocce di olio essenziale, distillato dalla resina del larice e dalle proprietà antisettiche, nell’acqua calda del bagno. Infine, diluito in olio di calendula favorisce la guarigione delle infezioni cutanee.

Per accrescere l’autostima: affidati a Larch

Larch (derivato dal larice) è il fiore di Bach indicato per chi soffre di un complesso di inferiorità che lo spinge a rinunciare a qualsiasi impresa per il timore di fallire, atteggiamento che, a livello corporeo, si traduce in ansia, sonno disturbato e problemi dermatologici. Larch, fiore di “debolezza”, restituisce la fiducia in se stessi e nella proprie capacità. Prapalalo così: 4 gocce di Larch in un flaconcino con contagocce riempito con acqua e un cucchiaino di brancy. Da assumere 4 gocce, 4 volte al giorno, per almeno 3 settimane.

TAG
” RIMEDI NATURALI
AUTOSTIMA
APPROFONDISCI
Salute Naturale
Salute Naturale

La rivista che propone un modo nuovo di prendersi cura della propria salute

CONSIGLIATO PER TE
Le piante che guariscono
Le piante che guariscono
Le erbe più efficaci per curare tutti i disturbi più comuni
AGGIUNGI UN COMMENTO
Iscriviti alla newsletter RIZA e ricevi notizie e suggerimenti per prenderti cura di te!
Test della settimana
Test della settimana
Come vivi le tue paure?