Sos salute
Sudore e micosi: le soluzioni naturali

Durante l'estate il caldo, l'umidità e il sudore favoriscono la proliferazione di micosi nelle zone più a rischio, piedi, ascelle, pube: potenzia il sistema immunitario per prevenire i rischi e allontana le micosi con gli antifungini naturali

Non è raro nei mesi estivi vedere l’improvvisa comparsa di macchie bianco-rossastre sulla cute. Se alla base può esserci un indebolimento del sistema immunitario che non è stato in grado di contrastare l’attacco fungino, d’altra parte i veri complici sono il calore e l’umidità. Questi due fattori quando sono presenti contemporaneamente possono aumentare notevolmente il rischio di micosi.

 

Le zone più a rischio

Vi sono delle zone maggiormente a rischio, in cui l’attecchimento dei funghi è estremamente facilitato. Tra queste vi è l’inguine, le ascelle o le pieghe cutanee che si possono presentare, per esempio, a livello addominale. In tali parti del corpo il sudore tende a stagnare e, favorito dal calore, agevola la proliferazione dei funghi. Tra le formazioni più comuni ci sono la tigna e il piede d’atleta che si forma generalmente nelle dita dei piedi.

 

Potenzia il sistema immunitario

Oltre a utilizzare antimicotici naturali è importante potenziare le difese dell’organismo per evitare attacchi in futuro. Tra i migliori rimedi ci sono l’echinacea, l’astragalo e la schisandra. La dose media di echinacea è di circa 200-500 mg di radice polverizzata – facilmente reperibile in farmacia – due o tre volte al giorno. Mentre l’astragalo e la schisandra andrebbero assunti nella dose di 20-50 gocce di tintura, miscelate con un po’ di acqua, due o tre volte al giorno.

 

Gli antifungini naturali

Tra gli antifungini più noti ci sono alcuni tipi di oli essenziali come quello di tea tree, lavanda e alloro. Una miscela di questi andrebbe unita a una soluzione di acqua e sale – liquido che aiuta a debellare la replicazione dei funghi. Per i funghi delle unghie un rimedio eccellente è una miscela a base di oleolito di calendula – anch’esso efficace contro le micosi – e olio essenziale di chiodi di garofano.

Leggi anche: Sale integrale, un vero farmaco

 

Se il problema è la Candida

I soggetti affetti da Candidosi potrebbero avere delle ricadute durante i mesi estivi, specie se abitano o soggiornano in zone caldo-umide. Per ovviare al problema una delle soluzioni migliori è la Pseudowintera colorata. Si tratta di una pianta proveniente dalla Nuova Zelanda chiamata dagli indigeni del posto “Horopito dei Maori”. Essa contiene un principio attivo denominato Polygodial, isolato per la prima volta intorno agli anni Sessanta, dall’Università di Canterbury. Debella efficacemente la Candida, specie se associata alle virtù antifungine dei semi di anice.

 

Alcuni accorgimenti da seguire

Relativamente all’uso di rimedi naturali devono essere seguiti alcune importanti pratiche. Tra questi vi è l’attenzione costante a non lasciare zone umide della pelle, per cui è imperativo scegliere abiti traspiranti e non sintetici. Al termine di una doccia, di un bagno in piscina o di una nuotata al mare, è anche fondamentale asciugarsi molto bene all’aria aperta o con un phon. Curare l’alimentazione aggiungendo spesso aglio fresco, chiodi di garofano, origano e timo, i quali sono in grado di contrastare l’attacco di funghi patogeni.

APPROFONDISCI
Manuale pratico per curarsi in casa

Una guida utile per la salute e il benessere di tutta la famiglia. Ecco le so...

CONSIGLIATO PER TE
La formidabile lavanda
È il più potente rilassante naturale. Sconfigge le infiammazioni e i reumatismi
AGGIUNGI UN COMMENTO
Vuoi ricevere aggiornamenti sull'argomento?
Iscriviti alla nostra newsletter
Test della settimana
Cosa vorresti eliminare del tuo carattere?